Volo D’Angelo all’ultimo respiro: l’Avellino sbanca Viterbo

Volo D’Angelo all’ultimo respiro: l’Avellino sbanca Viterbo

3 Ottobre 2020

Un colpo di testa di Santo D’Angelo all’ultimo secondo regala all’Avellino tre punti d’oro a Viterbo, dove soltanto un episodio avrebbe potuto sbloccare il match. Al bacio il cross su calcio piazzato di Tito per la zuccata del centrocampista abile ad anticipare il diretto marcatore per un 1-0 che sa di cinismo in fondo ad una gara tutto sommato equilibrata.

Braglia si era giocato in avvio la carta a sorpresa del tridente con Bernardotto, Maniero e Santaniello tutti insieme nel 3-4-3 iniziale.

La chance più ghiotta del match l’ha avuta proprio l’Avellino con il destro dal limite di Santaniello ribattuto dal portiere, poi sulla respinta Baschirotto ha sradicato il tap-in dalla disponibilità di Bernardotto pronto a ribattere in rete.

Rossi nella ripresa ha provato a sorprendere Forte dal limite, poi Viterbese in dieci per l’ingenua espulsione di Matteo Menghi una manciata di minuti dopo il suo ingresso in campo. Negli ultimi secondi di partita infine la stoccata vincente capace di dare un sapore tutto diverso alla notte del “Rocchi”.

Viterbese-Avellino 0-1, il tabellino

Marcatori: 50′ st D’Angelo.

Viterbese (3-4-2-1): Daga, Bianchi, Mbende, Baschirotto; Simonelli (17′ st Falbo), Salandria, Bezziccheri, Urso (27′ st Sibilia); Bensaja, E. Menghi; Rossi (37′ st M. Menghi).

A disp.: Maraolo, Benvenuti, Calì, Ricci, Galardi, Zanon, Macrì. All.: Maurizi.

Avellino (3-4-3): Forte; L. Silvestri, Miceli, Rocchi; Ciancio (41′ st Rizzo), De Francesco (41′ st Bruzzo), D’Angelo, Burgio (21′ st Tito); Santaniello, Maniero (41′ st Adamo), Bernardotto (4′ st M. Silvestri).

A disp.: Pane, Pizzella, Dossena, Mariconda, Nikolic. All.: Braglia.

Arbitro: Fontani di Siena. Assistenti: Dell’Olio di Molfetta e Matera di Lecce.

Note: gara a porte chiuse. Espulso al 43’ st M. Menghi per somma di ammonizioni. Ammoniti: Burgio, Bensaja, Rossi, M. Silvestri e Falbo per gioco falloso; Ciancio, M. Menghi e D’Angelo per comportamento non regolamentare. Angoli: 2-2. Recupero: pt 1’, st 5’.