VIDEO/ Provincia, Foti: “Avellino e l’Irpinia, destini incrociati”

0
1

Avellino – “La mia è una candidatura al servizio del territorio”. Giura che non è demagogia (e forse neanche la riproposizione del suo ultimo discorso in occasione delle Comunali di Avellino) Paolo Foti, candidato del Pd alle prossime elezioni provinciali. Stamane la fascia tricolore della città capoluogo ha spiegato le ragioni del suo nuovo impegno politico: “Mi viene affidata una responsabilità importante, come se ne avessi avuto necessità ulteriore rispetto alle stesse che ad oggi mi competono. Però non mi sottraggo all’impegno, non sono alla ricerca di incarichi o postazioni di prestigio. Sono stato sempre un uomo dall’alto senso civico. In questo senso ho inteso accettare questa candidatura perché sono convinto che il destino della città di Avellino si incrocia inesorabilmente con il destino del territorio provinciale”.

CHI IN LISTA. Per sua stessa ammissione, non spetterà a Foti dare indicazioni sui nomi che comporranno la lista del Pd. Il concetto è stato meglio esplicato dal segretario del Pd irpino Carmine De Blasio: “La lista che stiamo formando ha l’ambizione di segnare un passaggio nuovo, di riprendere il filo della ricostruzione del centro sinistra e mi riferisco a SeL e ai Socialisti”.
In sintesi, con Paolo Foti a rappresentare l’intera città di Avellino (non vi saranno esponenti del Consiglio di Palazzo di Città in lista), De Blasio chiude la porta all’UdC, puntando a mettere in piedi una formazione che dal Pd passerà possibilmente anche per SeL e Psi, fermo restando inoltre la volontà di Scelta Civica di aggregarsi e sostenere la posizione di Paolo Foti.

IL PROGRAMMA DI FOTI. Per il sindaco di Avellino “… tutti dovranno confrontarsi sulle questioni e sulle soluzioni per riavviare questa macchina della nostra provincia che soffre di grandi difficoltà. Guardo ad uno sviluppo sostenibile, a difendere l’esistente e non aggiungere altro che appesantisca la sostenibilità dei nostri concittadini. Guardo al riuso e alla riqualificazione, guardo al suolo come risorsa da difendere e come risorsa reversibile e occasione per fare sistema. Mi aspetto che a prescindere dalle proprie posizioni politiche, il dialogo non venisse inquinato da un clima di puntatine di spillo, soprattutto in città. Lontano da ogni forma demagogica dico che sono qui per realizzare il bene comune”.

di Antonio Pirolo

(di seguito la video intervista a Foti e De Blasio)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here