VIDEO/ De Mita: “Del Basso De Caro? Pensavo si occupasse solo di cappucci…”

0
28
ciriaco-de-mita
Ciriaco De Mita

“Del Basso De Caro? Pensavo si occupasse solo di cappucci e non di gestione degli Enti. Questo la dice lunga sulla sua presunzione…”.

E’ il commento dell’ex presidente del Consiglio Ciriaco De Mita, oggi sindaco di Nusco, a margine della votazione che all’Asi di Avellino ha visto la nomina a presidente di Vincenzo Sirignano e dalla nuova maggioranza formata dai riferimenti regionali Petracca, D’Amelio e Alaia.

L’esito delle votazioni al Consorzio di via Capozzi definisce in maniera più chiara quello che è già stato ribattezzato come il patto di ferro siglato, appunto, dal leader di Nusco e dalla corrente del presidente del Consiglio regionale Rosa D’Amelio, patto peraltro già sperimentato con gli accordi siglati in Alta Irpinia (leggi Lioni, ndr) in ottica delle imminenti comunali, sul Progetto Pilota Alta Irpinia e anche negli Enti sovracomunali (che, tuttavia, all’Alto Calore Servizi si è risolto con una netta sconfitta).

Sullo sfondo, dunque, restano le lotte interne al Partito Democratico di Avellino e quella che appare essere più di una differenza di vedute tra Del Basso De Caro e la D’Amelio.

Il parlamentare sannita, è chiaro, mal digerisce la vicinanza della presidente del Parlamentino regionale a De Mita che, dall’alto della sua esperienza e saggezza, gioca abilmente sulle divisioni dei democratici, continuando a dettare indirettamente la linea al Pd di Avellino.

Sollecitato dai media sul punto, De Mita spiega: “Continuate a parlare del Pd mentre io da anni dico che il Pd non esiste, e le cose che non esistono non possono sparire. Rivincita su quanto accaduto all’Alto Calore Servizi? Allora avevamo seguito uno schema che avevano fatto. La verità è che il Pd è stato sconfitto da se stesso. Stavolta, abbiamo cercato di costruire una soluzione ampiamente condivisa perchè arrivare allo scontro sulla gestione degli Enti è cosa stupida. Siccome loro sono convinti che comandano, che sono maggioranza…”.

Infine, la stoccata diretta a Del Basso De Caro: “L’onorevole di Benevento era venuto a Montefredane a dire che mi aveva morsicato…(Del Basso De Caro a Montefredane aveva parlato di lividi politici sulla pelle di De Mita, ndr). Pensavo che si occupasse solo di cappucci e non di lotte. Questo la dice lunga sulla sua presunzione”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here