Viaggia Sicuro: ecco la mappa degli Autovelox in Irpinia.

Viaggia Sicuro: ecco la mappa degli Autovelox in Irpinia.

19 Maggio 2015

Quanti sono gli impianti sulle strade della provincia di Avellino ? Nessuno è fisso, ma occhio alla A16, al Raccordo Av-Sa e alla Statale 90 delle Puglie.

Negli anni sono diventati l’incubo degli automobilisti, in particolare di quelli più indisciplinati. Gli autovelox rappresentano un po’ il terrore per chiunque si metta alla guida, in particolare sulle strade a scorrimento veloce.

Che siano fissi o mobili, incrociarli, specie per chi ha il piedino pesante, non fa mai piacere.

Certo, insieme al più recente sistema dei Tutor, gli autovelox rappresentano il principale deterrente alla guida spericolata anche se basta mettersi in viaggio in autostrada per rendersi conto che in tanti non si lasciano intimorire affatto dalla scatoletta blu.

Il rispetto dei limiti di velocità, che in autostrada è fissato a 130 km/h (che scende a 110 in caso di pioggia), resta un obbligo a cui nessuno deve sottrarsi per evitare di mettere a repentaglio la propria e l’altrui incolumità.

In un’ottica di collaborazione e di apertura di credito nei confronti degli automobilisti, la Polizia di Stato da qualche tempo rende noti quali sono i tratti di strada in cui sono presenti i dissuasori di velocità.

Ed in provincia di Avellino, al di là dei controlli effettuati localmente e periodicamente dalla Polizia Municipale dei singoli comuni, dove sono posizionati gli autovelox?

Di impianti fissi, sui tratti autostradali che attraversano l’Irpinia, non se ne contano.

Sulla A16, Napoli-Canosa, nel tratto in discesa tra Monteforte Irpino e Baiano in direzione Napoli, è presente una postazione che, però, non è sempre attiva, così come quella ubicata, in direzione Bari, sempre nel territorio di Monteforte Irpino prima di raggiungere l’uscita di Avellino Ovest.

Tali postazioni vengono attivate periodicamente e, per conoscere quando occorre prestare maggiore prudenza, basta collegarsi al sito della Polizia di Stato (www.poliziadistato.it) per avere il programma settimanale di attivazione degli autovelox su tutta la rete autostradale italiana.

L’A16 (tratto Napoli Canosa) è anche una delle poche autostrade italiane a non aver ancora attivo il sistema Tutor di controllo elettronico della velocità.

Altra arteria dove non sempre sono attivi ma è frequente incrociare una pattuglia della Polizia con autovelox mobile è il raccordo autostradale Avellino-Salerno.

Qui, le postazioni mobili vengono posizionate nelle piazzole di sosta, in entrambe le direzioni, ed in particolare, nel territorio del comune di Solofra, subito dopo la galleria del Monte Pergola, e all’altezza del territorio di Baronissi, anche qui dopo la galleria in direzione Salerno.

Passando alla rete delle strade statali che attraversano l’Irpinia, sono tre, in particolare, i punti in cui è più frequente imbattersi negli autovelox.

Sulla SS7, all’ingresso del territorio di Montemiletto, in entrambe le direzioni; sulla SS374, nel comune di Sant’Angelo a Scala nel tratto di collegamento con Summonte e sulla SS90 delle Puglie, a Grottaminarda, nel tratto di collegamento con Ariano Irpino.

Viaggiare informati può tornare utile, ma usare prudenza prescindere lo è ancor di più.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.