VD/Adi, Giordano punta il dito contro Florio: “Caldoro lo rimuova”

0
2

Non si placa la protesta messa in piedi dai sindaci e dai sindacati di fronte ai drastici tagli operati in ambito sanitario dal manager dell’Asl Sergio Florio. Una vertenza che l’on. Giancarlo Giordano ha deciso di sposare in pieno e rendere più incisiva con una interrogazione parlamentare al Ministro della Salute che dovrà essere discussa nei prossimi giorni.
“L’obiettivo – spiega il deputato di Sel – è capire se l’Asl diAvellino garantisce o meno i livelli essenziali di assistenza previsti dalla Legge, inoltre voglio dare con questa deposizione sostegno ai sindaci che sprono ad andare avanti in modo ancora più incisivo andando dritti alla radice e appellandosi direttamente al presidente Caldoro che è l’unico ad avere l’autorità giuridica per rimuovere Florio”.
A sostenere l’iniziativa di Giancarlo Giordano anche Vincenzo Petruzziello e Marco D’Acunto della CGIL. “Il problema è sul tavolo del Governo dal 22 novembre e ad oggi sono fuori dal servizio di assistenza circa 700 persone su 1500 – incalza Petruzziello – A questo punto invitiamo i sindaci a sorpassare Florio che non garantisce neanche più l’interlocuzione con noi e rivolgersi a Caldoro”.
Infine Marco D’Acunto, segretario Fp CGIL: ” Florio va rimosso e a conferma di tutto questo ci sono i dati che confermano che tutti quelli che prima usufruivano dell’Adi adesso li stanno riammettendo. Che vuol dire questo, che c’è un tempo in cui uno è appropriato e uno in cui non lo è?”.

A seguire l’intervista

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here