Un’aula dell’Università “Suor Orsola Benincasa” sarà intitolata a Ciriaco De Mita

0
1058

“Già dal nuovo anno accademico che inizierà in autunno i nostri studenti faranno lezione anche in un’aula intitolata all’ex presidente del Consiglio, Ciriaco De Mita, che nel nostro Ateneo è stato tra i padri fondatori della Scuola di alti studi politici che ha animato per dieci lunghi anni lasciandoci una straordinaria testimonianza della metodologia della politica come ragionamento”.

Così il rettore dell’Università Suor Orsola Benincasa, Lucio d’Alessandro, ha annunciato sui canali social dell’Ateneo napoletano il tributo a Ciriaco De Mita, morto due giorni fa all’età di 94 anni. Nel 2010 De Mita e D’Alessandro fondarono, in seno all’allora Facoltà di Scienze della formazione, una Scuola di Alti studi politici rivolta a 100 giovani provenienti da qualsiasi corso di laurea.

“Fu un grande successo – racconta D’Alessandro – che andò oltre anche il limite numerico che avevamo prefissato. Una testimonianza chiarissima da un lato di una passione politica che nel nostro Paese non ha mai avuto in maniera diffusa percorsi di alta formazione specifica, e dall’altro della grande stima di cui godeva come pensatore prima ancora che politico il presidente De Mita, soprattutto in un periodo come quello del 2010 in cui, a 20 anni dal terremoto che aveva travolto la Prima Repubblica, emergeva con chiarezza il fallimento del bipolarismo e il pericolo dei nuovi populismi e delle istituzioni affidate a chi ne aveva scarsa conoscenza”.

Uno dei momenti più ‘alti’ della Scuola di Politica del Suor Orsola, che ha visto in cattedra nell’Ateneo napoletano studiosi del livello di Ernesto Galli della Loggia, Stefano Zamagni, Piero Craveri, Giuseppe De Rita, Biagio De Giovanni, Francesco De Sanctis, Giuseppe Galasso, Francesco Paolo Casavola e tanti altri, fu l’intervento nel 2015 del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in una delle sue prime uscite accademiche durante il suo primo mandato.