Un mese di intensa attività delle Fiamme Gialle

0
4

Avellino – Il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Avellino, Mario Imparato ha tenuto questa mattina una conferenza-stampa, a cui hanno partecipato il Tenente Colonnello Maurizio Guarino (Comandante del Nucleo di Polizia Tributaria) e il Capitano Salvatore Serra (Comandante della Compagnia di Avellino). Nel corso dell’incontro sono stati illustrati nel dettaglio i risultati di servizio conseguiti negli ultimi 30 giorni.
Tema principale dell’attività svolta il contrasto allo spaccio e alla detenzione di sostanze stupefacenti.
L’Irpinia, pur non essendo caratterizzata da valenze di particolare pericolosità, risulta afflitta da fenomeni di spaccio e di detenzione di sostanze illecite in relazione alla contiguità con l’area campana: la mirata azione di contrasto, pertanto, si avvale spesso dell’ausilio di unità cinofile fatte confluire in provincia di Avellino, su richiesta diretta del Comando Provinciale, da Reparti del Corpo di stanza in Napoli e/o in Salerno.
I controlli eseguiti dai reparti del Comando Provinciale, nel confermare una situazione di non particolare pericolosità rispetto alle realtà delle province limitrofe, hanno tuttavia evidenziato una sussistenza del fenomeno che si è sostanziata in vari sequestri:
il 25 gennaio i militari del Nucleo di Polizia Tributaria hanno proceduto, presso il casello autostradale di Benevento – Venticano- al sequestro di hashish e marijuana, rispettivamente per un quantitativo pari a 4,9 e a 1,3 grammi e alla conseguente segnalazione di 2 persone.
Il 26 gennaio i militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Avellino hanno proceduto, presso il casello autostradale di Avellino Ovest, al sequestro di eroina, crack, e marijuana rispettivamente per un quantitativo pari a 1,0, 0,2 e a 0,7 grammi e alla segnalazione di una persona.
Il 3 febbraio i militari della Guardia di Finanza di Avellino hanno proceduto, presso il casello autostradale di Avellino Est, al sequestro di hashish per un quantitativo pari a 2,1 grammi e alla segnalazione di una persona con conseguente ritiro di una patente di guida;
L’8 febbraio le fiamme gialle hanno effettuato ad Avellino, un sequestro di 3 grammi di hashish, 0,4 grammi di marijuana e 0,4 grammi di cocaina. Sono state segnalate 2 persone.
Il 15 febbraio la Polizia Tributaria ha effettuato, a Baiano, presso il casello autostradale, un sequestro di marijuana per un quantitativo pari a 8,4 grammi e cocaina con la conseguente segnalazione di 4 persone.
Il 16 febbraio i militari della Brigata della Guardia di Finanza di Baiano hanno effettuato a Lauro, avvalendosi dell’ausilio di una unità cinofila, un sequestro di 3,3 grammi di hashish.
Il 25 febbraio i militari della Tenenza della Guardia di Finanza di Sant’Angelo dei Lombardi hanno effettuato a Montella, un sequestro di marijuana con successiva segnalazione di una persona al Prefetto
.

La seconda parte dell’incontro è stata, come di consueto, dedicata all’analisi di consuntivo dei risultati di servizio conseguiti sempre con riferimento al periodo 30 gennaio – 28 febbraio 2008: le Fiamme Gialle hanno proseguito nella loro incessante attività per quanto attiene il contrasto all’evasione fiscale, al sommerso nel lavoro, all’abusivismo commerciale, alla tutela dell’ambiente, alla repressione degli illeciti in tema di contraffazione marchi e di diritto d’autore, gioco d’azzardo ed alle violazioni in materia di accise.
In particolare, in materia di controlli strumentali sul regolare rilascio di scontrini e ricevute fiscali, i controlli indirizzati verso esercizi commerciali ed artigianali, sia permanenti che ambulanti, a fronte di un totale di 286 controlli hanno consentito di rilevare contestazioni di irregolarità che si sono sostanziate in 89 verbalizzazioni.
In tema di lavoro sommerso, nel mese di febbraio l’attività si è concretizzata in diverse operazioni.
Fra queste, spicca “MEN AT WORK”: a seguito di una serie di interventi presso i cantieri aperti in città per controllare la regolarità dei lavoratori impiegati, sono stati controllati 7 cantieri e verificate le posizioni di 50 operai. Tra i provvedimenti c’è stata la “sospensione del cantiere” per i lavori in corso a piazza San Ciro in quanto è stata riscontrata la presenza di “lavoratori in nero” impiegati in misura superiore al 20 per cento dei lavoratori regolarmente assunti.
Nel settore del contrasto alla diffusione della pirateria fonografica, audiovisiva ed informatica, le specifiche iniziative avviate si sono sostanziate nel sequestro di 3.548 tra DVD e CD con la denuncia a piede libero di 2 responsabili. Nell’ambito dell’attività svolta in tale settore particolare risalto ha avuto l’operazione “NOTTE DEGLI OSCAR”, così denominata per la concomitanza con la famosa kermesse californiana. L’operazione si è conclusa con il sequestro ad Avellino, Montoro Inferiore e Cervinara di oltre 2000 supporti audiovisivi DVD con annesse locandine e la segnalazione alla Procura della Repubblica di Avellino dei 7 responsabili degli esercizi commerciali (videoteche) oggetto delle contestazioni.
Le violazioni contestate, ai sensi della legislazione sul diritto d’autore, prevedono sanzioni penali ma anche sanzioni amministrative, pari al doppio del prezzo di mercato del supporto illecito o, qualora non determinabile, quantificabili in una pena pecuniaria che oscilla da minimo di 103 euro ad un massimo di 1.032 euro per ogni supporto audiovisivo illecitamente detenuto.
La contraffazione dei marchi di fabbrica, ha costituito un obiettivo di rilievo, con interventi a tutela dell’autenticità dei prodotti industriali ma anche, e soprattutto, la verifica della qualità dei prodotti messi in commercio con gli standard qualitativi imposti dalle norme, assicurando la tutela dei consumatori anche sotto un profilo della sicurezza. In questo periodo particolare interesse ha avuto l’operazione “PRET A PORTER”.
L’operazione si è conclusa con il sequestro di 2356 capi e accessori di abbigliamento contraffatti, con il plauso quivi ufficialmente partecipato da una delle più importanti “firme” d’abbigliamento.
I sequestri sono stati eseguiti a Rotondi ed hanno consentito di denunciare 6 persone,
In materia di codice della strada i controlli effettuati hanno portato all’accertamento di 35 violazioni per inosservanza delle norme relative alla sicurezza ed al sequestro amministrativo di 2 veicoli risultati non in regola con le norme sulla circolazione ed al ritiro di 7 patente di guida e di 6 carte di circolazione.
Il settore relativo al gioco d’azzardo continua ad essere oggetto di una particolare attenzione in considerazione degli ingenti proventi sottratti alla tassazione. I militari della dipendente Brigata di Solfora hanno sottoposto a sequestro a Solfora, una apparecchiatura del tipo “slot-machine” in quanto non conforme alla normativa vigente e, quindi, priva di regolare autorizzazione. I due responsabili sono stati segnalati all’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, al Sindaco ed alla Questura.
Nel comparto gioco e scommesse clandestine, a seguito di una segnalazione per operazione sospetta rilevata dall’Ufficio Italiano dei Cambi, per un bonifico di 12mila euro proveniente dall’estero e su input del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria della Guardia di Finanza di Roma, l’analisi della movimentazione di un conto corrente bancario ha consentito di rilevare operazioni finanziarie con società inglesi operanti nel settore delle scommesse on-line per importi superiori alle centinaia di migliaia di euro. Il correlato studio delle uscite del conto ed, in particolare, di alcuni assegni bancari tratti e successivamente versati da soggetti di Avellino permettevano di delineare tali persone come “scommettitori” cui uno di essi ripartiva le vincite a sua volta ottenute da bookmakers inglesi. Ovviamente il titolare del conto, oltre ad operare in assenza di autorizzazione, si assicurava introiti “esentasse” per l’attività di gioco perpetrata in quanto le giocate confluivano direttamente sul suo conto personale per poi esser ripartite ai vincitori al netto della quota dovuta allo stato e, correlativamente, assenza di tutela per i giocatori. Nei confronti del responsabile è stata inoltrata segnalazione di notizia di reato alla Procura della Repubblica del Tribunale di Avellino.
Nel settore delle accise (oli minerali e carburanti) il Nucleo di Polizia Tributaria nel corso di un controllo ha individuato e sottoposto a sequestro di un deposito commerciale di Gesualdo completo di attrezzatura, 973 chilogrammi di gasolio e 443 chilogrammi di benzina agricola in quanto non a norma di sicurezza perché sprovvisto del certificato antincendio. Il responsabile dell’azienda è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Sant’Angelo dei Lombardi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here