Guardia di Finanza: operazioni di controllo sul territorio

0
2

Avellino – Nell’esecuzione di attività di polizia giudiziaria le fiamme gialle hanno registrato numerose operazioni. A partire da ‘Collector’: la Guardia di Finanza di Baiano ha dato corso a diverse perquisizioni domiciliari nei confronti di vari soggetti del baianese e in altre città italiane. I soggetti destinatari dei provvedimenti, si sono resi responsabili di un sofisticato sistema di truffa ai danni delle compagnie assicuratrici che consisteva nel far confluire su uno dei soggetti i proventi della truffa perpetrata mediante la predisposizione da falsa documentazione attestante falsi incidenti automobilistici, cui spesso venivano fatti risultare anche fittizi danni fisici mediante attestazioni rilasciate da periti compiacenti; Tutti i soggetti destinatari del provvedimento di perquisizione sono stati segnalati all’autorità giudiziaria. Le perquisizioni hanno avuto luogo presso 5 abitazioni di Avella e Mugnano del Cardinale. A seguito delle perquisizioni è stata rinvenuta la documentazione ricercata e anche munizioni da fuoco pari a 2.515 unità. Il detentore è stato denunciato a piede libero.
Il 26 febbraio i militari della Brigata di Baiano hanno eseguito, a Moschiano, un provvedimento di sequestro che hanno permesso di individuare un’autovettura marca “PONTIAC” modello “FIERO”, risultata modificata in modello “FERRARI 348 GTS” mediante sostituzione delle parti della carrozzeria originali con scocche in vetroresina della Ferrari. L’autovettura è stata sottoposta a sequestro insieme alla relativa carta di circolazione ed al certificato di proprietà ed il responsabile è stato denunciato a piede libero all’Autorità Giudiziaria.
Nel settore inerente l’abusivismo commerciale i militari della Brigata di Solofra, hanno proceduto all’individuazione di un soggetto intento alla vendita di scarpe.
Continua anche l’attenzione riservata alla tutela ambientale: i militari della Tenenza di Ariano Irpino hanno individuato e sottoposto a sequestro un’area in località San Sossio Baronia di circa 2.000 metri quadrati utilizzata per lo sversamento di rifiuti altamente inquinamenti. Il responsabile è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Ariano Irpino.
Nell’ambito dei servizi in materia tributaria ad Avella a conclusione di una verifica fiscale eseguita nei confronti di una ditta individuale esercente l’attività di commercio all’ingrosso di materiali da costruzione, sono stati individuati elementi negativi di reddito non deducibili pari a 2.136.801,28 euro, di un’I.V.A. dovuta per 427.360,11 euro, I.R.A.P. per 83.328,00 euro e fatture per operazioni inesistenti per un importo di 2.564.161,39 euro. L’attività di servizio si è conclusa con il sequestro di 264 fatture fiscali false, 2 registri contabili e 2 modelli di dichiarazione sottoscritti dal titolare. Il titolare della ditta è stato denunciato, a piede libero, alla Procura della Repubblica di Avellino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here