Un chilo di eroina in bagno: il Gip convalida l’arresto della 27enne

Un chilo di eroina in bagno: il Gip convalida l’arresto della 27enne

8 Giugno 2020

Alpi – Il Gip del Tribunale di Avellino, Dott.ssa Francesca Spella, ha confermato gli arresti domiciliari per la 27enne del capoluogo finita nei guai sabato scorso. La giovane, residente alla periferia di Avellino (per la precisione in via Di Capua, nei pressi di Rione Parco) incensurata, era stata trovata in possesso di un chilo di eroina che nascondeva nel bagno della sua abitazione. Era finita agli arresti domiciliari con l’accusa di detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio, con l’aggravante dell’ingente quantitativo.

Il blitz era stato effettuato dalla Guardia di Finanza di Avellino e di Benevento. La droga era nascosta in uno zaino ritrovato in bagno ed era contenuta in due involucri di 465 e 535 grammi. Nello zaino c’erano anche un bilancino di precisione, quattro involucri contenenti tracce di cocaina ed un coltello.

Durante la perquisizione effettuata in casa della giovane, le Fiamme Gialle hanno rinvenuto e posto sotto sequestro anche alcuni telefonini cellulari, che sono stati sequestrati, allo scopo di individuare i contatti tenuti dalla 27enne avellinese.

Come detto, la donna oggi è comparsa dinanzi al giudice per le indagini preliminari. La 27enne ha sostituito, all’ultimo momento, il suo avvocato difensore. Al posto di Carmine Danna, ha nominato l’avvocato Francesco Buonaiuto del Foro di Napoli. La donna, durante l’udienza, si è avvalsa della facoltà di non rispondere.