Turismo, anche il Venezuela guarda all’Irpinia

0
911

Turismo, anche il Venezuela guarda all’Irpinia. La console Leticia Cecilia Gomez Hernandez ha proposto una partnership di incoming-outcoming tra la provincia di Avellino e il suo Paese. Il nostro territorio è stato grande protagonista alla BMT di Napoli, la Borsa Mediterranea del Turismo, la più prestigiosa Fiera del settore. Tre giornate entusiasmanti quelle che si sono vissute all’interno del padiglione dedicato a “Destinazione Irpinia”, il progetto di programmazione turistica nato dalla collaborazione tra “Rete Destinazione Sud” e “Sistema Irpinia”, la Fondazione dell’ente provinciale di Avellino dedicata alla promozione culturale del territorio. L’obiettivo di mettere in mostra e far conoscere alla più ampia platea possibile il fascino e le peculiarità che rendono unico il territorio irpino, a giudicare dai numeri registrati, può dirsi raggiunto. Un primo fondamentale passo.

Sono stati infatti ben oltre un migliaio i visitatori che si sono affacciati presso lo stand dedicato a “Destinazione Irpinia”, incuriositi e attratti dai diversi progetti e convegni organizzati dagli allievi coinvolti, che sono riusciti a mettere a punto una serie di proposte e percorsi turistici sfruttando i punti di forza della provincia di Avellino. Oltre a chiedere informazioni, in tantissimi hanno assistito e partecipato al confronto e ai dibattiti organizzati all’interno del padiglione in cui, attraverso la presenza di diversi sindaci, amministratori, Pro Loco, stakeholders, albergatori e ristoratori, sono state illustrate le caratteristiche, i prodotti e le potenzialità di un territorio, quello irpino, che fino ad oggi ha avuto come unico difetto quello di non sapersi raccontare a dovere.

A introdurre e presentare i diversi appuntamenti il Presidente della Provincia di Avellino Rizieri Buonopane, il Presidente di “Sistema Irpinia” Sabino Basso e il Presidente di “Rete Destinazione Sud” Michelangelo Lurgi, che hanno creduto fortemente nel progetto che ora raccoglie i primi risultati.

Tavoli dedicati alla ruralità, al Wine Tour, alla Valorizzazione dei Borghi Antichi, alla gastronomia, al Turismo di Ritorno e delle Radici, al Benessere, al Wellness e allo sport: l’Irpinia sviscerata e analizzata sotto ogni singolo aspetto. Una provincia in grado di unire e offrire cultura, benessere, sport experience, enogastronomia, archeologia, green experience, eventi, folklore, tradizione e fede: “più esperienze, una destinazione”, come lo slogan scelto per presentare il progetto.

Innumerevoli i contatti ottenuti durante la manifestazione, una sinergia che permetterà di aprire nuovi canali e possibilità per rendere ancora più attrattiva l’offerta turistica, mettendo in rete e a confronto le diverse esperienze e professionalità dei partecipanti.