Trapani-Avellino, le probabili formazioni: Tesser ritrova Rea in difesa

Trapani-Avellino, le probabili formazioni: Tesser ritrova Rea in difesa

5 Dicembre 2015

L’Avellino sbarca a Trapani con tanti buoni propositi di riscatto ed un’emergenza infortuni ridimensionata alla vigilia. La ferita del ko casalingo con il Perugia ha bruciato per tutta la settimana in casa biancoverde dove capitan D’Angelo prima e Tesser poi hanno fatto da infermieri iniettando al gruppo fiducia per la riscossa.

Il tecnico biancoverde deve fare a meno di quattro pedine in difesa, Biraschi, Ligi, Nica e Visconti, ed una a centrocampo, Arini, ma recupera Rea al centro della retroguardia e Mokulu in attacco. Entrambi non sono al meglio, ma se il difensore giocherà dal momento che rappresenta una stretta necessità per il reparto arretrato, il centravanti belga può accomodarsi in panchina alla luce del rientro di Castaldo e del recupero di Tavano.

Premesse che raccolte nel puzzle anti Trapani danno vita al 4-3-1-2 con Chiosa al fianco di Rea centralmente in difesa e Petricciuolo, avanti nel ballottaggio con Nitriansky, a destra, e Giron a sinistra. A centrocampo, senza Arini, tre maglie per quattro uomini. Gli interpreti saranno D’Angelo e Gavazzi sugli interni e Jidayi riferimento centrale reduce dalla parentesi da difensore. Non c’è posto per Zito che ancora una volta dovrà accontentarsi della panchina.

A completare il rombo, Bastien sul quale Tesser torna a fare affidamento full time a causa delle non perfette condizioni di Insigne, tra l’altro in ombra contro il Perugia. Il folletto belga agirà dietro le punte Trotta e Castaldo, coppia d’oro dell’Avellino della passata stagione.

Sul fronte Trapani, Torregrossa recupera nel reparto avanzato. L’ex punta del Crotone siederà in panchina lasciando l’infermeria ai centrocampisti Barillà, Ciaramitaro e Basso (probabilmente stagione finita per lui). Il modulo dovrebbe tornare ad essere il 4-3-1-2, dopo la parentesi di 180 minuti contro Modena e Ascoli incentrata sul 3-4-1-2. In avanti tornerà titolare Nadarevic accanto a Citro e con Coronado alle spalle per una prima linea imprevedibile e senza punti di riferimento. In difesa, l’escluso dovrebbe essere Pagliarulo, mentre Fazio, ex uomo di fiducia di Tesser alla Ternana, arretrerà insieme a Rizzato sugli esterni.

Le probabili formazioni del match (fischio d’inizio alle 15):

Trapani (4-3-1-2): Nicolas; Fazio, Scognamiglio, Perticone, Rizzato; Eramo, Scozzarella, Raffaello; Coronado; Citro, Nadarevic.

A disp.: Fulignati, Daì, Pagliarulo, Montalto, Torregrossa, Sparacello, Cavagna, Accardi, Terlizzi.

All.: Serse Cosmi.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: Barillà, Basso, Ciaramitaro, Torregrossa.

Ballottaggi: nessuno.

Avellino (4-3-1-2): Frattali; Petricciuolo, Rea, Chiosa, Giron; D’Angelo, Jidayi, Gavazzi; Bastien; Trotta, Castaldo.

A disp.: Offredi, Tavano, Mokulu, Zito, Soumarè, Nitriansky, Insigne, D’Attilio, Napol.

All.: Attilio Tesser.

Squalificati: Arini, Nica.

Indisponibili: Biraschi, Ligi, Visconti.

Ballottaggi: Petricciuolo-Nitriansky 55%-45%.

Arbitro: Riccardo Pinzani della sezione di Empoli.

Guardalinee: Alessio Tolfo della sezione di Pordenone e Emanuele Prenna della sezione di Molfetta.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.