Tragedia sul lavoro a Foggia, perde la vita 62enne di Ariano

0
1921

Ancora una morte sul lavoro. La tragedia si è verificata in provincia di Foggia. Sul cantiere dell’Alta Velocità, località Giardinetto, un operaio trasportato al Policlinico Riuniti in condizioni disperate, è deceduto per le gravissime ferite riportate. Sul caso e la dinamica della tragedia indagano i carabinieri.

La vittima, un uomo di 62 anni di Ariano Irpino, era all’interno di una cabina gru e stava manovrando un cavo con gancio che si sarebbe staccato, travolgendo la cabina.

La Procura della Repubblica di Foggia ha aperto un’inchiesta, i sindacati condannano l’accaduto.

Gino Di Furia era molto conosciuto nella città del Tricolle, dove c’è grande sconcerto. Il segretario generale della Uil Avellino-Benevento Luigi Simeone, il segretario della Feneal Uil Caserta Avellino Benevento, Antonio Cirillo e il responsabile dell’ufficio Vertenze Legale Avellino Benevento Enzo Flammia, puntano il dito sulla formazione e la prevenzione della sicurezza e gridano a chiare lettere che questa ignobile mattanza deve finire e si stringono intorno alla famiglia, agli amici e ai colleghi di lavoro della vittima e chiedono si faccia presto chiarezza su quanto accaduto per comprendere la natura di questo ennesimo incidente mortale
Lavorare in sicurezza deve essere una priorità assoluta. Non si hanno più parole, se non di rabbia, per esprimere lo sgomento che proviamo.

“Come sempre accade quando avvengono queste tragedie ci si interroga su come possa essere possibile perdere la vita sul lavoro e si punta il dito verso le norme di prevenzione e formazione, due capitoli definiti di spesa, ma che in realtà sono l’unico strumento per garantire la sicurezza in ambito lavorativo. Occorrono maggiori risorse per intensificare le ispezioni, soprattutto negli appalti dove si annidano le criticità più grandi, più sicurezza nella contrattazione, più formazione e sanzioni severe perché per una morte sul lavoro le ammende sono ancora troppo blande: la vita non ha prezzo. Non ci stancheremo mai di ribadire alle istituzioni e alle parti datoriali quanto importante sia investire in sicurezza sul nostro territorio e in tutto il Paese”.