Tradito dal clic in cabina, spintona i Carabinieri: nei guai anche per resistenza

0
8217

Avrebbe portato in cabina elettorale il telefonino dopo aver dichiarato di non averlo con sé, spintona i Carabinieri di vigilanza nel seggio e finisce nei guai sia perché avrebbe fotografato la scheda elettorale che per resistenza a pubblico ufficiale.

E’ accaduto ieri all’interno della Sezione Numero 2 del seggio elettorale di Chiusano di San Domenico, quella allestita presso l’Istituto scolastico. Il protagonista della vicenda è un uomo di 45 anni che, entrato nel seggio, aveva dichiarato a esplicita richiesta di non avere telefonini. I responsabili di seggio però, quando l’uomo si è recato dietro la cabina per esprimere il suo voto, hanno avvertito il rumore di uno scatto fotografico. Dubbio avallato anche da alcuni movimenti sospetti dell’uomo all’interno della cabina.

Sono stati così allertati i Carabinieri di vigilanza sul posto che sono intervenuti per eseguire la verifica. A questo punto il soggetto ha cominciato ad agitarsi, ha spintonato i militari ed è scappato impedendo l’accertamento effettivo sul posto.

L’uomo, che si interessa della pulizia strade di Chiusano, è stato rintracciato la sera stessa dai Carabinieri della locale Stazione, identificato e denunciato sia per il reato legato alla presunta fotografia della sua scheda elettorale, sia per resistenza a Pubblico Ufficiale.