Terremoto, almeno 60 morti. Il sisma avvertito anche ad Avellino

0
3

Le forti scosse di terremoto che hanno sconvolto il Centro Italia nella nottata sono state distintamente rilevate dal sismografo dell’Osservatorio meteorologico di Montevergine.

Lo rivela la pagina Facebook dell’osservatorio.

Anche dai commenti dei vari utenti, si evince che la scossa principale che ha determinato la catastrofe ha avuto eco anche in Irpinia ed in Campania.

Intanto sale il bilancio dei decessi accertati.

Secondo Protezione civile, sindaci e Ansa sono 63 le vittime accertate, compresa la famiglia di 4 persone di Accumoli – mamma, papà e due bambini piccoli – che per ore i soccorritori hanno tentato di salvare.

L'ing. Curcio
L’ing. Curcio

“La situazione è drammatica. Peggio che a L’aquila a livello di crolli strutturali. Tutte le case del centro in pietra sono crollate così come quelle vecchie. In quelle di cemento sono esplose le tamponature. Il risultato è che si vedono tre piani schiacciati che diventano uno” ha detto Paolo Crescenzi, responsabile della Protezione civile della Valle del Velino. “Credo che il numero delle vittime salirà moltissimo. Molte case si sono richiuse su se stesse e questo non permette di accedere all’interno facilmente. Ora si sta cercando di pulire le strade per poter accedere nelle case. La fase più critica forse deve ancora arrivare quando entreremo nelle abitazioni. Troveremo solo dei cadaveri. Penso che questa seconda fase inizierà già da stasera”. Per il capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio “… si tratta di un prezzo importante. Il bollettino è destinato a crescere”.

Tra le vittime una bimba di nove mesi estratta senza vita dalle macerie di Arquata e un’altra di 18 mesi, morta in ospedale ad Ascoli Piceno, di Amatrice ma che si trovava ad Arquata coi genitori. Questi sono stati salvati e ricoverati. La madre della piccola era scampata al terremoto de L’Aquila e si era trasferita ad Ascoli dopo quella terribile esperienza. Da Arquata arriva almeno una buona notizia: due bimbi di 4 e 7 anni sono stati estratti vivi dalle rovine. La nonna li aveva fatti infilare insieme a lei sotto al letto. La donna è stata estratta viva dopo diverse ore, mentre non ce l’ha fatta il nonno. Nel paese ci sono intanto gli agenti del Corpo forestale che hanno già estratto decine di persone.

[list][item icon=”fa-check” ]Leggi anche: SPECIALE/ Terremoto ’80. Parla il capo della Protezione Civile: “Accelerare sulla prevenzione” [/item][/list]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here