Teora – Casale: “Sono fuori da ogni gioco politico”

8 Gennaio 2006

Teora – Diretto, disinibito, tenace: “Sono fuori da ogni gioco politico”. Così, Giuseppe Casale, protagonista lo scorso ottobre della mozione di sfiducia nei confronti dell’ex sindaco Di Domenico, annuncia il suo ‘ritiro’ dalla scena amministrativa teorese. “Sarò al fianco del rappresentate di centrosinistra che vorrà proporsi quale primo cittadino, ma non intraprenderò alcuna scelta di carattere politico che mi riporterà nuovamente tra le mura della Casa comunale”. E Casale ripercorre i ‘tempi d’oro’ della sua amministrazione: l’ormai lontano 1994, quando, vincitore della tornata elettorale, rimise in sesto un paese profondamente segnato e scosso dalla sciagura del sisma del novembre 1980. “Quando trionfò la lista ‘Insieme per Teora’ – continua l’ex vicesindaco – l’obiettivo dell’intero Consiglio fu quello di ricostruire un paese scosso fortemente dal terribile terremoto dell’80. La mia squadra ha raggiunto importanti traguardi che a quanto pare, qualcuno cerca di addossarsi. Rispettando i limiti temporali disposti dalla legge, posso dire che con la mia amministrazione, Teora è stato oggetto di una vera ripresa. Adesso si parla di ricompattazione del tessuto sociale e civile, di rilancio culturale, di conservazione della memoria. Parole sentite che non trovano riscontro pratico e quindi nessuna verifica concreta”. Convinto di non voler ricalcare la scena amministrativa locale, Casale si dice pronto a far da spalla alla possibile candidata della Margherita, Rosetta Casciano. “Non ho motivo di presentarmi alle elezioni. Le voci aleatorie circa un mio ritorno sono solo sterili supposizioni. Non fuggo da nessun confronto, ma è arrivato il momento di porre la parola fine ad una vicenda triste e infruttuosa che ha diviso l’opinione pubblica di Teora”. E a quanti, durante gli scorsi mesi hanno attaccato Casale per il suo ‘tradimento’, l’ex braccio destro di Di Domenico asserisce: “Il mio operato politico è stato sempre contraddistinto dalla trasparenza. Non ho mai agito secondo personalismi, aspirazioni partitiche o presunzioni private. A questo punto, ognuno è libero di trarre le proprie conclusioni”. (Marianna Marrazzo)


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.