Tavolo anticrisi – De Feo (Uil): “Nell’immediato le prime risposte”

0
2

L’insediamento del tavolo Anticrisi per il lavoro e lo sviluppo della provincia di Avellino tenutosi questa mattina presso la Provincia ha realizzato un primo importante passo operativo del confronto tra le parti sociali e le organizzazioni professionali per procedere nella ricerca immediata delle soluzioni per iniziative condivise, capaci di superare la crisi e rispondere all’emergenza produttiva ed occupazionale della provincia. Soddisfatto il Segretario Generale della Uil, Franco De Feo, che nel suo intervento ha sottolineato la disponibilità della Provincia ad accogliere le proposte di Cgil, Cisl e Uil con la piattaforma presentata alla manifestazione del 1 maggio ed ha espresso il ringraziamento per l’impegno profuso dalle parti con la realizzazione dell’egregio lavoro di monitoraggio svolto dal Tavolo Ristretto nelle scorse settimane.
“La crisi- ha spiegato De Feo – è stata monitorata, abbiamo gli elementi di conoscenza per definire priorità e tempi di interventi; a media scadenza con la programmazione degli interventi di utilizzo dei fondi comunitari 2007-2013 e nell’immediato con le risposte che sono dovute alla fase di emergenza del mondo del lavoro e della produzione. Sblocco delle piccole e grandi opere pubbliche per far ripartire l’edilizia che continua a rappresentare il volano dell’economia irpina ed immediati interventi per sbloccare le grandi infrastrutture materiali ed immateriali finalizzate allo sviluppo. Dobbiamo darci da fare per far funzionare il tavolo anticrisi con impegno quotidiano e determinazioni immediate per dare risposte positive alle tante famiglie in difficoltà, a tanti lavoratori che non possono gestire la propria famiglia con i proventi della Cassa Integrazione o della mobilità. Anche sostegno al reddito, chiesto un contributo alla Provincia sui fondi dell’Avanzo di Gestione del Bilancio dell’Ente ed in tal senso è stato richiesto un intervento del Presidente Sibilia per ottenere una deroga dal Governo sul vincolo del patto di stabilità. Il nostro lavoro sul Tavolo Istituzionale non ci farà perdere di vista il confronto su tutti i temi sindacali che dobbiamo continuare ad affrontare nelle prossime settimane. In tal senso rilanciamo l’idea di un confronto tutto interno a Cgil, Cisl e Uil che possa individuare un percorso di impegno e mobilitazione, anche di carattere generale, per mettere in piazza i problemi veri dei lavoratori, e dei cittadini e delle loro famiglie”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here