Solofra-Tarsu:cittadini sul piede di guerra, ma il sindaco ‘frena’

0
3

Solofra – Continuano le lamentele dei cittadini raggiunti dalla notifica di accertamento della Tarsu relativa al 2003 predisposta dalla Gei Spa e la Global Service Spa. Un tributo già pagato all’epoca e che stranamente si ripresenta al cittadino. Sono scesi in campo anche i partiti locali e nel Consiglio comunale del nove gennaio prossimo c’ è all’ordine del giorno una mozione dell’ opposizione in materia, che chiede l’abolizione del tributo riguardante il 2003. La rabbia dei cittadini è racchiusa in tre motivi: già in precedenza sono stati effettuati accertamenti di ufficio da tecnici incaricati dal Comune ai fini della tassabilità dello stabile di proprietà; la non corrispondenza tra i dati catastali e la proprietà effettiva semmai dovuta ad errori di voltura ed in ultimo non avere proprietà, locali o aree soggette alla Tarsu. E qualcuno è già ricorso alle vie legali sventolando la ricevuta di pagamento effettuato per l’ anno in questione. Allora il Comune è corso ai ripari con un comunicato dove si evince che “vengono sospesi gli effetti delle scadenze degli accertamenti Tarsu 2003, per dare modo ai cittadini di verificare e chiedere verifiche” presso uno sportello informativo comunale e della Global Service. Di esibire i dati in loro possesso e, se richiesto, fare eseguire accertamenti in contraddittorio. Richieste queste che sospendono, a detta del sindaco Guarino, “a favore dei cittadini, i termini per le procedure di contenzioso, che si riapriranno soltanto quando sarà comunicato al contribuente il risultato del riesame”. (d.g.)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here