Rifiuti: Cgil, Cisl e Uil: “Risposte concrete, altrimenti…”

0
2

Avellino – La triplice torna sulla questione rifiuti. “Al di là di alcune dichiarazioni – si legge nella nota di Cgil, Cisl e Uil – non si intravede nessuna novità. Le responsabilità di chi deve decidere, e non decide, sono ancora più gravi in quanto le scelte che dovevano essere effettuate continuano ad essere rinviate. Nel contempo le difficoltà e i disagi per i cittadini aumentano, i rifiuti continuano a stazionare per le strade, la raccolta si effettua a singhiozzo e la differenziata stenta a decollare. Per questi motivi si rende necessario e non più rinviabile affrontare quelle che rappresentano scelte strategiche e strutturali sull’intero settore. A cominciare dalla definizione di un piano sul ciclo dei rifiuti in grado di prevedere attraverso la provincializzazione tutto il sistema di raccolta, smaltimento e lavorazione. La società Asa, che effettua un pezzo importante del ciclo e a forte rilevanza sociale, va messa in condizione di poter svolgere le proprie prerogative, liberandola da vincoli imposti dai privati che ne hanno condizionato la crescita”. Sul fronte differenziata, i sindacati propongono “la nomina di un commissario ad acta previsti per legge nei confronti dei Comuni inadempienti”. In assenza di risposte concrete “attiveremo – conclude il comunicato – una serie di iniziative con il coinvolgimento dei lavoratori dell’Asa e del Consorzio Av1 finalizzate a sollecitare decisioni ed operatività non più rinviabili”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here