Solofra – Arrestato indiano per il reato di clandestinità

0
2

Nella giornata di mercoledì, i Carabinieri della stazione di Solofra hanno dato esecuzione ad un provvedimento di carcerazione emesso dal Tribunale di Avellino nei confronti di un cittadino indiano, condannato a scontare 8 mesi di carcere per non aver ottemperato ai dettami della legge Bossi-Fini.
L’uomo, che già era stato arrestato nei mesi scorsi dagli stessi Carabinieri di Solofra che lo avevano trovato nel centro cittadino nonostante l’ordine del Prefetto di Avellino di abbandonare il territorio nazionale e successivamente condannato dal Tribunale di Avellino, si era letteralmente reso irreperibile. Invece, per evitare il carcere, l’uomo era andato a vivere nei pressi di Latina, a Borgo Sabotino. Mercoledì mattina, però, i Carabinieri avevano saputo che probabilmente l’indiano latitante sarebbe tornato a Solofra per alcune questioni private ed ecco che è stato facile approntare un servizio di osservazione e controllo in piazza Kennedy ad Avellino, dove l’uomo doveva arrivare con il pullman.
Infatti, poco prima delle 13,00 l’indiano è sceso del pullman e i Carabinieri lo hanno subito fermato e tratto in arresto. L’uomo è stato quindi portato in caserma dove, dopo esser stato sottoposto alle operazioni di foto-segnalamento, sono stati redatti tutti gli atti a suo carico. Le vicende giudiziarie dell’indiano, che era ormai ricercato da diversi mesi (cioè dalla data di esecutività della sentenza di condanna), non sono però finite così. Infatti, con il subentrare del nuovo pacchetto sicurezza contenente il reato di clandestinità, all’arresto per l’ordinanza di carcerazione si è sommato un altro arresto per questa nuova fattispecie di reato. Infatti, essendo stato trovato ancora sul territorio italiano, l’uomo è stato arrestato anche per “aver continuato a permanere sul territorio nazionale”.
Ecco quindi che l’indiano clandestino tornerà, nei prossimi giorni, di nuovo davanti al Tribunale di Avellino per rispondere dell’ennesimo reato di clandestinità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here