Salviamo la Dogana: il comitato fa sentire la sua voce

0
3

Avellino – Intellettuali, semplici cittadini, giornalisti e passanti si sono radunati questa sera sotto la statua del Re di Bronzo, di fronte il palazzo della Dogana di Avellino. Con un unico obiettivo: salvare dal degrado e dall’abbandono lo storico palazzo del capoluogo irpino, da sempre simbolo della città e centro – prima politico, poi culturale – dell’Avellino del secolo scorso e non solo. L’iniziativa è partita attraverso Facebook e proprio attraverso il popolare social network ha conosciuto la massima diffusione, raggiungendo la home page – e il cuore – di molti utenti del web.
“C’è un’urgenza, su tutte. C’è un atto di coraggio, su tutti. C’è uno scatto d’amore, su tutti. C’è un grido di indignazione, su tutti. C’è la nostra storia, che si sta perdendo, divorata dall’ignoranza e dall’ottusità. C’è lo sguardo dei nostri cari, che hanno amato quel luogo, che va tenuto vivo. C’è l’eco di antichi passi, che va conservata. Ci sono fruscii, parole, suoni, che possono ancora tenerci compagnia. Non sono le nostre radici, che si stanno cancellando: siamo noi, che stiamo sparendo. Forse insieme è ancora possibile farcela”. All’incontro coordinato da Franco Festa hanno partecipato rappresentanti politici dei diversi schieramenti, tra i quali . Michele D’Ambrosio, Luca Cipriano, il segretario della Cgil Petruzziello, l’on.Franco D’Ercole,Raffaello De Stefano, il consigliere provinciale Carmine De Angelis, uomini di cultura, i giornalisti. Gianni Festa, Antonio Porcelli, Antonietta Miceli, Stefano Belfiore, Mariatolmina Ciriello. Rappresentanti del mondo scolastico avellinese e di associazioni come Liliana Urciuoli e Paolo Foti. Prossimo appuntamento domenica mattina per il neo comitato per salvare la Dogana e un pezzo della storia di Avellino: e dopo la prima “uscita” con una folta e qualificata presenza, si attendono nuove iscrizioni sul social network per far sentire più forte la voce della collettivià e sollecitare la classe politica a restituire ai cittadini di Avellino e provincia l’antica Dogana, luogo simbolo della cultura della città capoluogo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here