Solofra – Andamento aziende conciarie: parla Esposito della Femca-Cisl

25 Settembre 2005

Solofra –
Diminuiscono a Solofra le aziende al di sopra dei quindici dipendenti. A notarlo è il sindacato locale. Difatti, l’opificio Effegi ha messo i suoi venti lavoratori in Cigs, dopo un braccio di ferro col sindacato: evitata per il momento la mobilità. “Bisogna fare qualche passo indietro – spiega il segretario provinciale della Femca-Cisl, Giovanni Esposito – sulla vicenda dell’Effegi, cioè a quando i sindacati stilarono un documento dove la ditta si impegnava a non passare alla abilità se prima non avesse fatto ricorso ad altri ammortizzatori sociali. Quindi, forti del documento, alla ditta non è rimasto che sostituire l’iniziale mobilità con la Cigs. Ciò naturalmente risulta positivo perché rientra nell’ottica della salvaguardia del posto di lavoro”. Il sindacalista specifica che la ditta ha un anno di tempo e può essere evitato il licenziamento a seconda dell’andamento del mercato. “Un elemento positivo, riscontrato dalla Cisl – sottolinea Eposito – è dato dal fatto che negli ultimi tempi le ditte conciarie non ricorrono più alla mobilità bensì agli ammortizzatori sociali tipo la cassa di solidarietà o la cassa integrazione”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.