Solofra – 8 milioni di euro per la delocalizzazione delle concerie

4 Gennaio 2006

Solofra – E’ stata inaugurata questa mattina l’area attrezzata ex Pip “B” della località Carpisano. Risulta essere l’area dirimpettaia alla società depuratrice del Codiso. Per l’ occasione sono intervenuti: il presidente dell’ASI, Pietro Foglia, il presidente dell’Associazione Conciatori, Michele De Maio, il Prefetto di Avellino, Costantino Ippolito, il presidente della Provincia, on. Alberta De Simone, il senatore Nicola Mancino, il parroco di S. Agata Irpina, don Marco Russo e le autorità militari. A far gli onori di casa è stato il primo cittadino Antonio Guarino. L’area in questione dovrà accogliere tutti gli opifici ancora presenti nel centro cittadino ma pronti per delocalizzare. Operazione quest’ultima già finanziata nell’ambito del progetto integrato del Distretto Industriale di Solofra. Infatti, sono quasi otto milioni di euro che dovranno dividersi le dodici imprese interessate allo spostamento dal centro solofrano alla zona ASI, infrastrutturata in quanto area adatta ai bisogni di sviluppo per gli opifici conciari. Questi ultimi interessati e pronti all’operazione di delocalizzazione hanno tra l’ altro già presentato domanda di proroga al Comune conciario per poter sostare ancora in centro altri due anni, tempo massimo per la costruzione dello stabile conciario nella zona industriale e relativo spostamento, senza intaccare, minimamente, così la situazione lavorativa e commerciale al momento per niente florida. (di Dante Grimaldi)


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.