Settore ospiti sotto sequestro: Avellino a Latina senza tifosi?

0
1

Calcio – Mancano nove giorni alla gara esterna con il Latina, ma le notizie provenienti dal capoluogo pontino sulla disponibilità del settore ospiti dello stadio “Francioni” sono tutt’altro che confortanti per i tifosi dell’Avellino. Nella giornata di martedì, la Procura infatti ha ordinato il sequestro preventivo delle due tribune riservate alla tifoseria ospite, già chiuse alla vigilia del match di sabato scorso con il Crotone da un’ordinanza urgente firmata dal primo cittadino Giovanni Di Giorgi. I carabinieri hanno riscontrato irregolarità in materia edilizia e nella documentazione sul collaudo statico delle tribune, emerse ad un anno dai lavori di ampliamento dell’impianto nerazzurro compiuti durante la scorsa estate. Il procuratore Valerio De Luca ha iscritto due persone nel registro degli indagati, ma la lista potrebbe allungarsi.
Al netto delle responsabilità penali, la partita del prossimo 20 settembre presenta forti perplessità sul piano dell’ordine pubblico, strettamente connesso alla collocazione dei sostenitori biancoverdi. Le due gradinate del settore ospiti avrebbero potuto ospitare 1400 persone che invece si vanno a sottrarre alla capienza totale di 7000. In parziale sostituzione, la soluzione prospettata dal Latina in occasione dell’incontro con il Crotone ha visto i tifosi calabresi (nella misura di non oltre 50 presenze) essere sistemati nella Tribuna Laterale B (coperta e con ingresso dai cancelli del settore ospiti), che riuscirebbe a contenere non oltre 300 unità.
Considerata la vicinanza della città pontina saranno almeno il doppio i supporters irpini intenzionati a raggiungerla. A differenza della sfida con il Crotone, il club pontino ha il tempo di studiare la migliore soluzione con Prefettura e Questura e la regia dell’Osservatorio sulle manifestazione sportive, ma allo stato attuale non ci sono affatto le condizioni per ospitare un così massiccio afflusso di tifosi ospiti. Il divieto di trasferta ai supporters dell’Avellino imposto dalle autorità di pubblica sicurezza, al momento, sembra l’unico scenario plausibile. (@claudio_devito)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here