Servizi postali on line: occhio all’e-mail truffa

0
62

Avellino – Si chiama ‘phishing’ la nuova tattica di truffa informatica destinata agli utenti on line di conti correnti anche postali. Alcuni episodi sono stati segnalati, pare, anche nella nostra provincia, con casi di e-mail ‘sospette’. Una frode, sembra, finalizzata all’acquisizione, per scopi illegali, di dati riservati. Il tutto avverrebbe attraverso l’invio di e-mail contraffatte (potrebbe trattarsi anche di virus) con la grafica e i loghi ufficiali di aziende e istituzioni, che invitano il destinatario a fornire informazioni, motivando tale richiesta con ragioni di natura tecnica.
Si tratterebbe, a quanto pare, del rinvio automatico a un sito appositamente clonato e del tutto somigliante all’originale (ad esempio quello di Poste) al quale si accederebbe tramite link di e-mail taroccate, a firma di gestori come BancoPostaonline, ma assolutamente fasulle. Nelle e-mail si comunicherebbe all’utente che si sono verificati problemi con il conto corrente o che qualcuno ha tentato più volte di accedere. Si chiederebbe pertanto, attraverso il link inserito all’interno dell’e-mail, di entrare nel sito, quello clonato ovviamente, e da lì controllare la situazione del proprio conto, inserendo nome utente e password. Da qui la presunta ‘truffa’. Dunque, attenzione. L’allarme è stato lanciato anche da siti istituzionali, come www.poste.it. Accedendo alla sezione Servizi on line si legge infatti la nota accuratamente evidenziata: “Attenzione alle frodi informatiche attuate tramite e-mail. Non accedere mai ai servizi on line cliccando sui link presenti nelle e-mail. Prima di accedere a Banco Postaonline verifica sempre che l’indirizzo inizi con https://bancopostaonline.poste.it/… e che in basso a destra sia presente l’icona del lucchetto”. Sul sito sono inoltre presenti istruzioni su come proteggersi dal fenomeno del ‘phishing’. E si precisa che: “Poste Italiane non chiede mai, attraverso messaggi di posta elettronica, di fornire il ‘nome utente’, la password, il codice per le operazioni dispositive di BancoPosta online, i dati delle carte di credito o della carta Postepay”. E quant’altro. Dunque, visitate il sito, quello vero, e …occhio alla ‘truffa’!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here