‘Scissionisti’ di Forza Italia, Bellino: “Non aderirò all’Udeur”

0
56

Sant’Andrea di Conza – A distanza di qualche mese, la riflessione del sindaco di Sant’Andrea di Conza Valentino Bellino sulla questione che lo ha visto, insieme ad un folto gruppo, critico nei confronti di Forza Italia. Per due volte primo cittadino, non ci sta alla voce che corre insistente di un possibile passaggio di Castelluccio, Bellino e company all’Udeur. Ma prima la precisazione in merito alla ‘separazione’ da Forza Italia: “Non posso lasciare una cosa alla quale non ho mai aderito. Sono di area di centrodestra, però se non si ascoltano le postazioni istituzionali e politiche sul territorio, vuol dire che la raccolta del consenso la faranno gli organismi centrali. Mi rammarica che una riflessione politica seria, che molti di noi stanno compiendo, venga scambiata con un patteggiamento con le altre forze politiche e schieramenti che a me non risultano”.
Si fa sempre più forte l’indiscrezione che vede il gruppo aventiniano avvicinarsi all’Udeur, quanto c’è di vero in questa ‘malelingua’?
“La mia posizione rimane la stessa. La elezione a sindaco per due volte non la devo a Forza Italia, ma al consenso popolare. Non ho pertanto la necessità di patteggiare o concordare con nessuno, nemmeno, sottolineo, con gli avversari del centrosinistra. Devo decidere solo se fare il sindaco – il mio mandato scade nel 2009 – e continuare nel mio impegno politico. Non ho niente a che fare con l’Udeur, né con la dirigenza provinciale attuale (Antonio De Mizio, ndr), né con il gruppo che a questa si contrappone”. Il sindaco di Sant’Andrea di Conza non si sbilancia, non vuol fare i nomi di chi forse passerà all’Udeur, ma dà solo ad intendere chi la pensa come lui: nessuna alleanza con il centrosinistra.
“Ci sono una serie di consiglieri comunali e non solo dell’Alta Irpinia che aspettano di cominciare a ragionare delle questioni che attengono a queste realtà, perché il fallimento del centrosinistra è così manifesto che la nostra assenza consente ad un cadavere politico che è l’alleanza di centrosinistra, di danneggiare i nostri territori”. (di Teresa Lombardo)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here