Saldi estivi, pochi soldi, negozi vuoti

0
9

L’inizio dei saldi non ha dato gli esiti sperati. Si registra infatti la delusione dei commercianti, i quali speravano che le promozioni potessero far registrare un margine di riprese per le vendite, in seguito ad una critica stagione commerciale.
Pochi gli acquirenti visibili lungo le strade dello shopping avellinese, nonostante gli esercenti abbiano iniziato il periodo promozionale con offerte dal 30 al 50% sul prezzo di cartellino. I punti vendita più gettonati restano le grandi catene come Tezenis, Intimissimi, Calzedonia, Original Marines che possono vantare prezzi competitivi già durante il corso dell’anno. Più difficile stare al passo per le boutique storiche del capoluogo, tra cui alcune avevano pensato di iniziare le promozioni già la scorsa settimana.
Sicuramente l’avvio un po’ in sordina è stato causato anche dall’inizio anticipato dei saldi ad un giorno infrasettimanale, si spera quindi in una risalita per il fine settimana. Ma le previsioni del Codacons non sono tra le più rosee: meno della metà delle famiglie potrà permettersi acquisti durante i saldi e il calo delle vendite, rispetto alla precedente stagione, raggiungerà quota -21%.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here