S. Michele – Festa del Santo Patrono, l’opposizione attacca

0
2

San Michele di Serino – Sono trascorsi quasi cinque mesi dalla ricomposizione del Consiglio Comunale di San Michele di Serino che ha visto nascere il gruppo di opposizione guidato dall’ex vicesindaco Arterio De Feo ed è proprio la minoranza che fa sentire la sua voce criticando duramente l’operato della maggioranza Renzulli. “A pochi giorni dai festeggiamenti per il Santo Patrono – ha dichiarato De Feo – è sconcertante l’immagine del paese che l’amministrazione Renzulli offre a suoi cittadini e a tutti coloro che affolleranno le strade comunali in occasione della festa di San Michele. Due gli aspetti che fanno riflettere sull’inefficienza di questa maggioranza e soprattutto sull’incapacità di operare anche nell’ordinaria amministrazione. Ci dispiace constatare e osservare da un po’ di tempo a questa parte la mancata o addirittura incompleta potature degli alberi di alcune vie principali del nostro paese. Purtroppo alcuni amministratori, nel maldestro tentativo di operare clientelismi e recuperare consensi, hanno intralciato l’encomiabile lavoro degli addetti al verde pubblico costretti dopo poco ad interrompere la potatura per evitare danni agli alberi. Situazione ancora più spiacevole è lo stato di degrado in cui versa la centralissima via Largo Mercato. Vorremmo chiedere al Sindaco Renzulli, delegato pro tempore ai lavori pubblici, come mai non si è riusciti a sbloccare la situazione dell’appalto relativo al salvagente stradale di via Largo Mercato. Vorremmo ricordare al sindaco che proprio nella sera in cui decideva di revocarmi, gli indicavo già la strada da seguire per completare l’opera. La rescissione contrattuale nei confronti dell’impresa appaltatrice impossibilitata a continuare e la nuova gara di aggiudicazione ad oggi risultano dei veri e propri sogni per gli amministratori e incubi per tutti i cittadini. Come sempre la maggioranza saprà impegnarsi nell’incolpare chiunque avrà messo mano alla situazione senza assumersi nessuna responsabilità in merito. Sarebbe opportuno invece che il sindaco e la giunta si assumesse la responsabilità di non aver trovato nemmeno una soluzione temporanea al problema. Nè a questo, nè a quello delle case popolari ancora non assegnate, nonostante l’impegno sottoscritto in Prefettura. Abbonda invece l’auto-elogio, tra l’altro ingiustificato, per aver dato un nuovo volto, con un colore alquanto discutibile, alla sede municipale. Noi invece un elogio e un ringraziamento vorremmo farlo al comitato festa San Michele di Serino che sta mettendo il massimo impegno per organizzare i festeggiamenti in onore del santo patrono, nonostante il sindaco non abbia nemmeno permesso l’accensione del tradizionale arco luminoso in piazza Umberto I, in nome del risparmio energetico”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here