S. Angelo dei L – Inizia male la celebrazione del 23 novembre

19 Novembre 2005

Sant’Angelo dei Lombardi – Il paese ricorda il 23 novembre 1980. Lo fa coinvolgendo chi ha toccato con mano le proporzioni di quella tragedia: i volontari arrivati da tutta Italia per soccorrere le popolazioni colpite . Un convegno dal tema ‘Da una tragedia nasce una speranza’ organizzato per coinvolgere tutte le associazioni che hanno condiviso il dolore e la fatica di quel drammatico novembre. Ma la cerimonia commemorativa (alla presenza del Governatore della Misericordia, Gabriele Lucido, del Prefetto di Avellino, Costantino Ippolito, del Responsabile regionale della Protezione Civile Di Nardo, dell’Assessore Provinciale Marcello Zecchino, dell’on. Mario Sena, dell’europarlamentare Giuseppe Gargani, della dott.ssa Tizzano della Prefettura, dell’on. Zamberletti e del capo del Dipartimento di Protezione Civile, Guido Bertolaso) “ha rischiato di trasformarsi in una manifestazione politica”. È quanto sostenuto dall’on. Mario Sena che al fine di mantenere integro il ricordo di una tragedia che ha scosso il Paese ha preferito lasciare la sala. “Ritengo che il 23 novembre sia una data sacra – ha spiegato l’on. Sena – scevra di pretesti o speculazioni politiche. Mi è parso, invece, di trovarmi al centro di una manifestazione politica dove la mia presenza mi è sembrata addirittura ingombrante. Ho preferito, perciò, andare via dopo qualche minuto”. Un chiaro attacco al massimo esponente della Misericordia che avrebbe elogiato l’impegno politico post-terremoto portato avanti dall’on. Gargani. (mari.mo)


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.