Ricatto hot, il Gip lascia ai domiciliari il quarantaseienne: obbligo di firma per il ventiseienne

0
1802

MONTEMILETTO- Arresti domiciliari per il quarantacinquenne e obbligo di presentazione alla pg per il ventiseienne che erano finiti ai domiciliari per tentata estorsione ed estorsione consumata nella serata tra sabato e domenica scorsa ai danni di un altra persona del posto che aveva denunciato tutto ai Carabinieri della Compagnia di Mirabella Eclano.

Il Gip del Tribunale di Benevento Vincenzo Landolfi ha convalidato l’arresto di entrambi e ha così deciso sulle richieste avanzate dalla Procura (che aveva invocato per tutti e due indagati gli arresti domiciliari). Il magistrato non ha ritenuto credibili le versioni fornite in sede di interrogatorio di convalida da parte dei due indagati. Sara’ molto probabilmente il Riesame a decidere sul quarantaseienne nei prossimi giorni.

ALL’ APPUNTAMENTO SI PRESENTANO I CARABINIERI
La vicenda giudiziaria e’ nata dell’arresto eseguito dai Carabinieri nella serata del 10 febbraio. I due indagati infatti, dopo aver carpito numero telefonico, foto e altri dati personali della vittima, con messaggi vocali e scritti lo avrebbero minacciato di pubblicare i suoi dati su siti di incontri e diffamarlo anche con i suoi familiari. La vittima aveva così deciso di versare su una carta prepagata la somma di 20 euro richiesta dai suoi ricattatori.

I due indagati dopo poco avevano chiesto un ulteriore versamento di 100 euro, minacciandolo. Stavolta però all’appuntamento nei pressi del polo fieristico di Venticano invece della vittima si erano presentati i Carabinieri, che hanno sequestrato carta e cellulari, anche se uno dei due aveva cercato di occultarlo. Per loro erano stati disposti gli arresti domiciliari. Ora c’è questo nuovo provvedimento da parte del Gip del Tribunale di Benevento.