Restiamo a casa, ma restiamo in forma. I consigli della chinesiologa Roberta Grimaldi

Restiamo a casa, ma restiamo in forma. I consigli della chinesiologa Roberta Grimaldi

17 Marzo 2020

Renato Spiniello – Restiamo a casa ma restiamo in forma, Irpinianews vi spiega come tenersi in allenamento al tempo del coronavirus.

Le norme in materia di contenimento della diffusione del virus cinese ci impongono di passare gran parte della giornata in casa e, anche se consentite dal Dcpm, occorre evitare perfino le attività all’aperto come corsa, footing e ciclismo. Uscire di casa, insomma, solo se strettamente necessario, ovvero se ricorrono i motivi di lavoro, salute e prima necessità indicati dal decreto.

Fortunatamente per tenersi in forma basta anche un tappetino. Dal pilates allo yoga, passando per la ginnastica postulare: sono tante le attività che si possono praticare nel salotto di casa. A riguardo, abbiamo ascoltato le parole della chinesiologa, posturologa e insegnante irpina di pilates presso lo studio Pilates4U di Roma, Roberta Grimaldi.

Innanzitutto che rischi ci sono per il fisico a restare tanto tempo in casa in questi giorni di emergenza sanitaria?

In questo periodo che trascorriamo molto tempo in casa attraversiamo una fase molto importante per il nostro corpo, che si ripercuote sul nostro benessere psicofisico influenzandone la quotidianità. Il nostro stile di vita momentaneamente sta cambiando. Siamo abituati a ritmi accelerati che influenzano la nostra giornata così come il nostro corpo. Ciò produce fattori di stress da parte di fenomeni di stressor sia benefici che nocivi. Restando a casa, invece, l’ansia, la noia, la depressione e la ridotta socializzazione, porta a renderci sedentari e abitudinari e il nostro corpo si indebolisce diventando inattivo.

Perché è importante restare in movimento, pur restando in casa?

Allenarsi aiuta a non pensare! È importante per le persone come me che sono abituate ad allenarsi o a praticare uno sport per continuare a mantenere la fitness fisica senza mettere in stand-by o abbandonare del tutto gli allenamenti, non soltanto per un fatto estetico. L’allenamento è importante per liberare la mente dai troppi pensieri, ma serve anche a bruciare le calorie che in questi giorni potremmo accumulare, aumenta la forza, la resistenza, l’elasticità, impedisce l’atrofia muscolare, facilita la mobilità articolare che in questi giorni è molto limitata, attiva dei neurotrasmettitori che provocano diversi effetti e che regolano varie funzioni nel corpo, aumenta le difese immunitarie. E’ un buon rimedio per le persone immunodepresse che, purtroppo, in questo periodo sono più esposte.

Che tipo ti attività consigli che si può praticare in casa?

Consiglio il Pilates matwork perché è facile da praticare in casa, si lavora con tutto il corpo, non è richiesto l’utilizzo necessario di grandi attrezzi ed è adatto a tutti.

Quali benefici fisici o psicologici può portare il pilates in questi giorni?

I benefici sono tanti e alcuni sono stati già citati prima. Bisogna sapere che questa disciplina nasce per rieducare il corpo, quindi mantiene la postura corretta, riduce le tensioni muscolari, mantiene la fluidità dei movimenti, rende il corpo elastico, rinforza l’addome, aiuta a mantenere le curve fisiologiche del corpo, è adatto per chi ha problemi gravi alla schiena, al pavimento pelvico, alle articolazioni in generale ed è complementare allo sport che si pratica. Il mio consiglio è di praticarlo sempre e in particolar modo in questo periodo in cui ci limitiamo a fare movimenti giornalieri e di routine come alzarci dal letto e trascorrere tante ore seduti davanti a Pc e Tv.

QUI PER IL VIDEO DEL WORK-OUT CONSIGLIATO DALLA CHINESIOLOGA ROBERTA GRIMALDI