Maraia: “Ariano Irpino abbandonata a se stessa”. Todisco: “Non è vero, non creiamo allarmismi”

Maraia: “Ariano Irpino abbandonata a se stessa”. Todisco: “Non è vero, non creiamo allarmismi”

17 Marzo 2020

“Abbiamo tante persone a casa, con febbre alta e crisi respiratorie, che non ricevono alcuna assistenza. Autoambulanze che arrivano dopo 8 ore dalla chiamata e ricoveri negati per mancanza di posti letto. Ho sollecitato tutti, soprattutto il servizio epidemiologico per verificare chi sono i casi positivi e provvedere all’assistenza. Abbandonati a noi stessi. A questo è servita la zona rossa”.

Generoso Maraia, parlamentare del Movimento 5 Stelle, dal suo profilo social lancia quest’appello. Dopo poco, Francesco Todisco, consigliere delegato del presidente De Luca per le aree interne, gli risponde così.

“È assolutamente inaccettabile che un deputato della Repubblica Italiana dica cose non vere e crei allarmismo, in questa fase, per sola speculazione politica. Dalle verifiche fatte con i rappresentanti istituzionali, emerge che ad Ariano Irpino le ambulanze e i prestatori di pronto soccorso hanno dotazioni di presidi per altri 8/10 giorni. Naturalmente, siamo al lavoro per avere altri quantitativi a loro dispozione. Così come il rafforzamento dell’ospedale “Frangipane”, anche in termini di unità lavorative, sta dando una grossa mano nella gestione dell’emergenza. Ciò che purtroppo, invece, preme segnalare all’ASL in questo momento è la carenza di medici di base ad Ariano, perché i più risultano fra le persone positive e/o messe in quarantena. Occorre che l’ASL si attivi per procedere ad una loro sostituzione temporanea, così da garantire questo primo fondamentale contatto ai cittadini”.