Regione – Residenza sanitaria di Nusco, l’affondo di D’Ercole

0
55

Regione – Residenza sanitaria di Nusco, l’onorevole di Alleanza Nazionale, Franco D’Ercole, affronta l’argomento in Consiglio regionale: “Ho avuto la conferma – dichiara – della fondatezza dei gravi dubbi che avevo sollevato nelle scorse settimane. Ho chiesto all’assessore alla Sanità, Angelo Montemarano, di conoscere quali siano state le norme di attuazione che hanno permesso l’entrata in funzione della struttura. Montemarano si è volutamente e pretestuosamente sottratto alla risposta, affidando all’assessore irpino, Enzo De Luca, incolpevole referente, il compito di fare chiarezza”. D’Ercole parla di una replica di pochi minuti, in cui l’assessore regionale De Luca avrebbe fatto un unico riferimento normativo. Un provvedimento del novembre 2004 dal titolo “Linee guida parziali” per la costituzione di residenze sanitarie. “Come avevo già denunciato, non esistono criteri e norme che disciplinano la materia. La Regione non ha ancora direttive che possano autorizzare l’operatività di una residenza sanitaria. Né a Nusco, né in altre parti del territorio campano”. Secondo il consigliere regionale, nel merito, mancherebbero regole sulla definizione delle tariffe, sui finanziamenti da parte di enti e comuni, sulla gestione delle attività. “La residenza sanitaria di Nusco è stata aperta senza tenere in alcun conto i principi di legalità, come se l’Irpinia, specificatamente Nusco, fosse una zona ‘franca’”. In conclusione: “Un potere esercitato per il potere”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here