Randonnèe Terre Irpine, successo per la seconda edizione

0
14

Successo per la seconda edizione della Randonnèe Terre Irpine, organizzata dal Circolo Amatori della Bici di Atripalda. La manifestazione ha portato sulle strade irpine circa 100 atleti, in maggioranza provenienti dalle altre province campane, oltre che da fuori regione. In quanto classificata “extreme” (oltre 200 km e circa 3500 metri di dislivello), la prova ha attratto atleti di primo livello, in lotta per il campionato regionale e nazionale.

Quello delle randonnèe è una disciplina che va prendendo sempre più piede: si tratta di prove di resistenza, da portare a termine entro un certo lasso di tempo. Nessuna classifica basata sulla velocità: è sufficiente completarla con successo. Il percorso prevedeva partenza ed arrivo ad Avellino, presso il Giardino dello Sport, toccando alcuni dei luoghi più rappresentativi della nostra Irpinia, come il belvedere di Via Limiti a Frigento, Rocca San Felice, la Diga di Conza, Bisaccia, Calitri. Il cicloturismo in alcune regioni italiane rappresenta un valido traino per la promozione del territorio e per tutto l’indotto legato al turismo.

L’Irpinia, con i suoi paesaggi, con le strade poco trafficate, il patrimonio enogastronomico e l’ospitalità della gente sembra vocata a questo tipo di “turismo lento”, di cui ancora non se ne comprende bene il potenziale. Secondo studi di settore, ogni euro investito nel cicloturismo ritorna triplicato entro cinque anni.