Promozione – Eclanese, Casale a tutto campo: “Non sarò il capro espiatorio dei problemi del Grotta”

0
242
casale antonio eclanese
casale antonio eclanese

L’Eclanese ripartirà quest’anno da un campionato di Promozione che si presenta ai nastri di partenza più che mai irpino e più che mai avvincente. Antonio Casale, presidente della società gialloblu, puntualizza riguardo alla querelle sulla mancata fusione con il Grotta e parla di mercato e di obiettivi per il prossimo anno di una squadra che dovrebbe essere guidata ancora una volta da mister Iannuzzi.

Presidente Casale alla fine la fusione con il Grotta non c’è stata…

“Se non c’è stata non è stato di certo colpa mia. Non sono e non voglio essere il capro espiatorio dei loro problemi. Le questioni interne alla società dovrebbero risolverle loro. Ci tengo a precisare che non ho mai contattato nessun giocatore del Grotta. Il mio stile è quello di chiamare prima la proprietà e poi il calciatore, cosa che spesso altre società non hanno fatto con me. Ho letto alcune dichiarazioni a mezzo stampa che non corrispondono al vero: la mia intenzione era di fare una grande società e di giocare a Grotta. Se alla fine questa operazione non è riuscita non è stata di certo una mia responsabilità. Hanno ufficializzato un allenatore (Michele Bruno, ndr) facendo intendere che volevano proseguire il proprio corso senza l’Eclanese.
Ripartirete dalla Promozione il prossimo anno, quali colpi ha in canna?
Stiamo cercando di fare una squadra competitiva per raggiungere i vertici del campionato. Abbiamo preso Garzone mentre Tammaro rientrerà dal prestito. Nei prossimi giorni mi vedrò con Ruggiero con il quale ho già raggiunto un accordo di massima affinché possa rimanere con noi anche il prossimo anno. L’anno scorso si è già allenato con noi un attaccante che viene dalla serie B ucraina a cui manca solo il transfer e che dovrebbe far parte del nostro organico la prossima stagione. C’è una trattativa in corso con Santini, un calciatore che ammiro molto e che spero faccia parte del nostro progetto. Dovremo sostituire Villacaro che dopo tre anni non ha rinnovato e Di Falco che ha sposato il progetto del Solofra. Rimarranno Bellofatto e Memmolo, siamo sulla buona strada per mettere su una squadra competitiva.
Ci saranno nuovi ingressi societari?
Lo spero. L’obiettivo è quello di crescere sempre. Se ci sarà qualcuno che vorrà darmi una mano ne sarò ben lieto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here