Predissesto, la Corte dei Conti dà ragione al Comune di Avellino. Festa: “Da oggi si apre una fase nuova per la città”

0
35

Alfredo Picariello – Il consiglio comunale di Avellino, convocato in maniera straordinaria per discutere della vicenda Novolegno, si apre con la notizia che, quasi sicuramente, il sindaco Gianluca Festa avrebbe voluto rendere nota fin dal suo insediamento. Ma ha dovuto aspettare e “tribolare”. Le richieste di spiegazioni sul piano di predissesto dell’amministrazione avanzate dalla Corte dei Conti, sembravano poter mettere un forte bastone tra le ruote al rilancio del capoluogo irpino. Il Comune e gli uffici hanno però replicato punto su punto e stamane si sono recati a Napoli per il confronto decisivo.

Ad apertura del civico consesso, Festa ha reso noto l’esito della Camera di Consiglio della Corte dei Conti, leggendo tesualmente: “La Camera di consiglio dell’odierna Adunanza pubblica, relativa al piano di riequilibrio finanziario pluriennale del Comune di Avellino, accerta il rispetto dei termini della procedura di riequilibrio finanziario pluriennale ai sensi degli articoli 243 bis ss del D.lgs n. 267/2000. Si comunicherà successivamente il deposito della deliberazione comprensiva delle motivazioni”.

“Ringrazio la giunta ed il consiglio comunale”, ha detto il primo cittadino. “Ringrazio la città che ci ha aspettato e che ha avuto pazienza, ringrazio i revisori dei Conti. Da oggi si aspre una fase nuova per la nostra città, dedico anche ai rosiconi questa notizia che cambia il corso della storia di questa amministrazione e della città. Abbiamo fatto tante cose buone fino a questo momento senza un centesimo, non oso immaginare quello che faremo con più fondi”.