Predissesto, approvati 50 debiti fuori bilancio. Spiniello: “Fardello che presto avrà fine”

0
1093

Predissesto, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Gianluca Festa intravede la luce in fondo al tunnel. E’ di ieri la notizia dell’approvazione da parte del Consiglio Comunale di 50 debiti fuori bilancio per un totale di 1,5 milioni di euro. A relazionare in aula la delegata al contenzioso Marianna Mazza. Le pendenze riguarderebbero tutti debiti risalenti alle precedenti amministrazioni e lievitati poi col tempo. I più consistenti derivano da lavori di ristrutturazione dell’ex Mercatone e altri svolti allo stadio “Partenio-Lombardi” dall’Us Avellino.

Una massiccia liquidazione di pendenze che, stando alle parole del presidente della Commissione Contenzioso Mario Spiniello, restituisce ossigeno finanziario all’Ente di Piazza del Popolo. “Questo obiettivo è stato raggiunto a distanza di poco più di tre anni dal ricorso al Piano di equilibrio finanziario triennale e a distanza di poco più di due anni dall’accredito della somma di 8 milioni di euro da parte del fondo di rotazione – spiega l’esponente di maggioranza -. Sono state approvate all’incirca 270 pratiche da ottobre 2020 a oggi tra debiti fuori bilancio rientranti del Piano di riequilibrio per una somma complessiva superiore ai 15 milioni di euro, di cui 12 e mezzo proveniente dal Piano di equilibrio e all’incirca 3 non facenti parte del Piano. L’anno prossimo si continuerà col lavoro svolto fin ora.

Ovviamente – continua Spiniello – il tutto è frutto di un lavoro certosino portato avanti fin dall’inizio dall’assessore Marianna Mazza, dagli uffici, dalla ragioneria e dai revisori dei conti, che si sono occupati delle istruttorie tecniche e contabili delle pratiche, oltre che dal lavoro svolto dalla Commissione Consiliare che mi onoro di presiedere. Le pratiche, posso dire con orgoglio, sono sempre state approvate quasi all’unanimità, atteso che l’opposizione in maniera responsabile e diligente si è sempre astenuta.

Preciso, inoltre, si tratta di giudizi ereditati da quest’amministrazione che ha tenuto fede all’impegno preso a inizio mandato e ben presto metterà la parola fine a questo fardello che attanaglia la macchina amministrativa ormai da decenni. Ciò dimostra come la giunta Festa sia sempre stata sul pezzo cercando di soddisfare tutte le pretese creditorie. Possiamo essere più che soddisfatti anche perché era un nostro obiettivo di inizio mandato chiudere il cerchio della partita finanziaria del Comune in tempi abbastanza rapidi” chiosa il presidente della Commissione.