Pd, De Blasio apre alla gestione partecipata ma avverte: “L’alternativa è la rottura”

Pd, De Blasio apre alla gestione partecipata ma avverte: “L’alternativa è la rottura”

10 Novembre 2015

“La decisione di affidare a Valentina Paris la gestione del coordinamento del Pd della città di Avellino va letta nell’ottica auspicata dal sindaco Paolo Foti che nella famosa lettera inviata ai vertici del partito a Roma lo scorso 27 ottobre aveva chiesto un maggiore coinvolgimento dei vertici istituzionali del Pd irpino nelle cose del capoluogo”.

Così il segretario provinciale del Pd irpino Carmine De Blasio commenta l’esito del lungo vertice che i massimi rappresentanti dem della provincia hanno tenuto ieri mattina a Napoli presso la sede del Pd campano alla presenza del coordinatore regionale Assunta Tartaglione.

Per De Blasio, “… siamo arrivati ad una conclusione positiva che va nella direzione auspicata da Foti ovvero quella della responsabilità dei livelli istituzionali del partito nella gestione del Comune di Avellino. Anche la disponibilità offerta dalla Paris a seguire più da vicino le cose della città va letta in questa direzione”.

Ancora: “Personalmente ritengo che questo possa avvenire solo se tutti escono allo scoperto poichè ciascuno di noi è chiamato da oggi ad una corresponsabilità del percorso amministrativo che coinvolga tutta la maggioranza a Palazzo di Città, cosa che finora non è avvenuta”.

Ma le vicende burrascose al Comune di Avellino ieri si sono arricchite di un nuovo colpo di scena, con le dimissioni presentate dall’ormai ex assessore all’ambiente Roberto D’Orsi (vicino alla corrente di Irpinia di Base di Enza Ambrosone, da poco approdata nelle fila del Pd, ndr). Sul punto De Blasio preferisce non commentare spiegando: “So che alla base della decisione di D’Orsi ci sono motivi del tutto personali che non avrebbero rilievo politico. La conferenza stampa convocata da Ambrosone e Montanile? Vedremo domani (oggi per chi legge, ndr) cosa ne verrà fuori…”.

DE BLASIO APRE SULLA SEGRETERIA? – Resta però sullo sfondo la vicenda di via Tagliamento, questione legata a doppio filo con quelle che sono le traversie registrate a Palazzo di Città nelle ultime settimane.

“La questione del partito a livello provinciale – spiega De Blasio – verrà affrontata in una seconda riunione che probabilmente si terrà nel fine settimana. In quella sede ribadirò quanto emerso all’esito dell’ultima assemblea provinciale del partito al Bel Sito, ovvero che è necessario da parte di tutti dimostrare responsabilità, aprendo ad una gestione partecipata della segreteria su alcuni punti programmatici che individueremo. Questo per quel che mi riguarda. Chi ha in mente altro, chi andrà ancora avanti con la mozione di sfiducia, vorrà solo la rottura”.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.