Parità, elenco comuni delibera atto di indirizzo parte civile

0
1

La Consigliera di parità della provincia di Avellino dott.ssa Domenica Marianna Lomazzo, rende noto l’elenco dei comuni della Provincia di Avellino che su sua sollecitazione hanno deliberato l’ ATTO DI INDIRIZZO PER COSTITUIRSI PARTE CIVILE NEI PROCEDIMENTI PENALI PER FEMMINICIDIO E ATTI DI VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE E/O DEI MINORI. :
COMUNE DI MONTEFREDANE -(Deliberazione del Consiglio Comunale del 3/02/ 2014),COMUNE DI PETRURO IRPINO -(Deliberazione della Giunta Comunale del 31/ 12/2013),COMUNE DI ATRIPALDA (Deliberazione del Consiglio Comunale del 27/12/ 2013),COMUNE DI SANTA LUCIA DI SERINO(Deliberazione della Giunta Comunale del 12/12/2013),COMUNE DI MERCOGLIANO (Deliberazione del Consiglio Comunale del 05/12/2013),COMUNE DI SERINO(Deliberazione del Consiglio Comunale del 09/12/ 2013),COMUNE DI SANT’ANGELO DEI LOMBARDI (Deliberazione della Giunta Comunale del 12/12/2013),COMUNE DI VALLATA,(Deliberazione del Consiglio Comunale del 16/12/ 2013),COMUNE DI MONTEFUSCO,(Deliberazione del Commissario prefettizio del 12/12/ 2013),COMUNE DI CASTEL BARONIA(Deliberazione del Consiglio Comunale del 30/01/ 2014),COMUNE DI MOSCHIANO (Deliberazione del Consiglio Comunale del 18/02/2014), COMUNE DI CERVINARA (Deliberazione del Consiglio Comunale del 22/02/2014). “Il fenomeno della violenza contro le donne è un fenomeno che coinvolge l’intera struttura della società ovvero la vita sociale in tutte le sue articolazioni,ed in ragione di ciò si può affermare che il danno causato dalla violenza di genere ha una triplice dimensione lesiva: personale, sociale, pubblica. Quest’ultima dimensione lesiva si estrinseca come danno agli enti pubblici; essa è la lesione del diritto-dovere pubblico spettante alle istituzioni centrali e periferiche di garantire l’integrità psicofisica delle/dei propri consociati e di eliminare ogni ostacolo di ordine economico e sociale che, limitando di fatto la libertà e l’uguaglianza dei cittadini impedisca il pieno sviluppo della persona umana, ex art. 3 Costituzione. L’adozione della delibera da parte dei comuni ha,inoltre, una duplice valenza in quanto può servire ad incoraggiare le donne a denunciare la violenza che subiscono tra le mura domestiche e può essere un fattore deterrente per gli uomini perché comprendono che colpire le donne significa colpire la società nella sua interezza “

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here