Nuove frontiere per la Castagna di Montella, ecco la Birra e Cazè

0
20

Destagionalizzare l’offerta produttiva di castagne esplorando il potenziale applicativo delle biotecnologie microbiche per l’ottenimento di nuovi alimenti a base di Castagna di Montella. Da qui sono nate la Birra alla Castagna di Montella e CaZè, una bevanda gluten free sempre a base di Castagna di Montella aromatizzata allo zenzero. A scommettere sulle nuove produzione l’azienda agricola Malerba, capofila del progetto denominato “Probante”, finanziato dalla Regione Campania (Psr misura 124) a seguito di un bando del Gal Irpinia, che ha messo insieme ricercatori e imprese.

Nel corso di un affollato evento che s’è tenuto a Montella, presso Villa De Marco, sono state degustate le due bevande e sono stati illustrati i risultati del progetto.

Dopo i saluti del sindaco di Montella, Ferruccio Capone e del direttore della Cia provinciale di Avellino, Antonio Mango, è stato Salvatore Malerba dell’omonima azienda, a spiegare il duro e meticoloso lavoro portato avanti con il supporto della famiglia per valorizzare la Castagna di Montella e per arrivare ad investire nelle innovative produzione.

La parte scientifica è toccata al professore Giuseppe Blaiotta, della Sezione di Viticoltura ed Enologia del Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, responsabile tecnico-scientifico del progetto “Probante”, che ha presentato i risultati delle ricerche relativamente alla nuova bevanda CaZè realizzata nell’ambito del progetto. Il dottore Domenico Cascone agrobiotecnologo ha relazionato sull’impatto del lievito sulla Birra alla Castagna di Montella. La professoressa Lara Aponte del Dipartimento di Agraria dell’Università Federico II di Napoli ha messo in evidenza, invece, i contenuti innovativi di un altro progetto, denominato “Filcamon” del quale è responsabile scientifico, incentrato sulle potenzialità della castagna di Montella.

A concludere i lavori, il dottore Luciano D’Aponte della Direzione Generale per le Politiche Agricole e Forestali della Regione Campania e il presidente del Gal Irpinia, Giovanni Chieffo.

L’evento è proseguito presso l’azienda Malerba dove sono state degustate la Birra alla Castagna di Montella e la bevanda CaZè accompagnata da prodotti tipici locali.

A Salvatore Malerba (definito “un combattente, un innovatore, un appassionato dell’Irpinia e della sua terra”) e alla sua azienda sono giunte le congratulazioni di tanti rappresentazioni istituzionali, di colleghi imprenditori e di numerosi consumatori, che già hanno dimostrato di apprezzare le nuove produzioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here