Notte Europea dei Musei, Avellino presente: le informazioni utili

0
1053

Notte Europea dei Musei, Avellino presente. Oggi, fino a mezzanotte, sarà possibile visitare musei e luoghi della cultura, per respirare arte e storia avvolti nella magia di un insolito orario notturno. In particolare, il Comune lascerà aperti al pubblico Villa Amendola e il suo Museo civico, la Casina del Principe, con la sala ipogeo, e i Cunicoli longobardi che si estendono al di sotto del centro storico della città. A Casina del Principe, stanza ipogeo, è stato allestito un ulteriore spazio museale con testimonianze e reperti rinvenuti nei cunicoli longobardi e risalenti al diciassettesimo secolo. Le visite saranno reste più suggestive e gradevoli dalla musica Jazz del sassofonista,
Luca Roseto.

«Abbiamo deciso di aderire convintamente alla Notte Europea dei Musei. – dichiara la vicesindaco con delega al Turismo, Laura Nargi – Questa iniziativa rappresenterà, infatti, un’ulteriore occasione di riscoperta dei luoghi maggiormente identitari della città e contribuisce a rendere il capoluogo sempre più attrattivo».

Ma il menu del fine settimana è particolaremnte ricco. Semprei in giornata, partiranno anche le visite guidate di due ore del progetto “Riscoprimo Avellino”. Si comincia alle 16 con “Avellino sotterranea”. Ed è subito tutto esaurito. I posti disponibili, infatti, sono andati letteralmente a ruba. Partenza dalla Cripta romanica di via Sette dolori, per proseguire verso la Chiesa cattedrale di Avellino, la Cripta di San Biagio in piazza Duomo, i Cunicoli longobardi, l’Ipogeo di Casina del Principe e le Grotte di Villa Amendola.

Domani, sempre alle 16, sarà la volta del secondo tour guidato, “Cuore di Avellino”. Qui il percorso si snoda dalla Chiesa Cattedrale dell’Assunta alla Cripta romanica di via Sette Dolori, dalla Confraternita dell’Immacolata Concezione, alla Cripta di San Biagio in piazza Duomo. E prevede ancora un viaggio nei i Cunicoli longobardi, che anche quest’ anno stanno riscuotendo grande successo tra i visitatori e suscitando forte curiosità. Anche i tour guidati saranno accompagnati dal jazz di Roseto.

«In questo fine settimana, abbiamo registrato un vero e proprio boom di prenotazioni. – dichiara la vicesindaco con delega al Turismo, Laura Nargi – Il grande entusiasmo, la curiosità e la partecipazione che abbiamo già riscontrato per queste prime due visite guidate, ci riempiono di orgoglio e ci spingono a proseguire convintamente sul solco di una programmazione turistica rivolta tanto agli avellinesi ed ai turisti, quanto alle scuole ed agli studenti. Per un vero e proprio percorso didattico alla riscoperta delle bellezze e della storia del capoluogo».

I PARCHEGGI

Per godere in piena tranquillità delle bellezze del centro storico di Avellino, l’Amministrazione comunale ha anche diramato l’elenco dei circa 1000 posti auto disponibili intorno al cuore antico. Parcheggi che si aggiungono, ovviamente, a tutti gli altri già presenti sulle strisce blu. Si tratta, nello specifico, di Campetto Santa Rita, 100 posti, del Parcheggio coperto del teatro “Gesualdo”, 88 posti, dell’Autorimessa coperta di Palazzo di Città, 100 posti, del Piazzale interno di Palazzo di Città, 30 posti, del Centro “Vivendi”, 400 posti su due livelli al coperto (parcheggio privato a pagamento), e di Piazza Kennedy, 242 posti.