Montefusco – La storia di Said: la Commissione territoriale si è pronunciata

Montefusco – La storia di Said: la Commissione territoriale si è pronunciata

15 Maggio 2015

Ha avuto il lieto fine sperato la vicenda che ha coinvolto Said Sahir, il giovane irregolare che un mese fa decise di autodenunciarsi perché stanco di vivere senza diritti.

 

Alla fine la Commissione territoriale si è pronunciata e ha dato parere favorevole riconoscendo nel suo percorso di vita la sussistenza di gravi motivi di carattere umanitario ed accordandogli il permesso di soggiorno temporaneo.

 

Si conclude positivamente la vicenda che ha tenuto col fiato sospeso l’intera comunità montefuscana molto legata al giovane marocchino che, sin da quando è arrivato minorenne in Italia, si è perfettamente integrato ed occidentalizzato. Said verrà presto riabbracciato dalla sua famiglia e dai suoi amici e potrà finalmente aspirare a costruire il proprio futuro in Italia.

 

Soddisfatta del provvedimento positivo l’avvocato che ha preso in carico il caso di Said Sahir, Maria Stefania Brandi:

 

“Voglio rappresentare la mia felicità – ha dichiarato l’avvocato – per l’esito di questa vicenda. La Commissione Territoriale di Bari è da lodare, una Commissione aperta e capace di prendere provvedimenti coraggiosi. Sono contenta per aver avuto questa felice notizia”.


1 Comment so far

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.