Montecalvo – Sequestrata dai carabinieri una discarica di rifiuti

0
3

Montecalvo Irpino – I carabinieri della Compagnia di Ariano Irpino hanno posto sotto sequestro un’area situata nel comune di Montecalvo Irpino e adibita a discarica di rifiuti solidi urbani. L’area, cosa più grave, era a ridosso del campo comunale, in località Bosco e per questo frequentata da ragazzi che giornalmente giocavano su quel campo da gioco e che spesso erano costretti a recuperare il pallone finito oltre la rete di recinzione proprio lì dove giacevano i rifiuti solidi urbani. I Carabinieri sono intervenuti attivati dalle segnalazioni del Circolo Hirpus di Ariano Irpino che aveva segnalato il caso. Immediato l’intervento e il sequestro dell’area di circa 200 mq che è stata recintata e a cui sono stati posti i sigilli. Del sequestro è stato immediatamente informato il Procuratore della Repubblica di Ariano Irpino, dottore Amato Barile, nonché il Sostituto di turno, dottoressa Marina Campidoglio. Questa operazione evidenzia ancora una volta l’attenzione dell’Arma dei Carabinieri e della Procura della Repubblica di Ariano Irpino verso le problematiche riguardanti l’inquinamento e la commissione di reati ambientali; il sequestro infatti segue altre analoghe attività, coordinate sempre dalla Procura della Repubblica di Ariano Irpino, svolte dalle Stazioni di Bonito e Grottaminarda nei territori dei comuni di Bonito, Grottaminarda e Melito Irpino, nonché un ulteriore sequestro effettuato dai Carabinieri di Montecalvo Irpino in località Bosco-Costa Carinzi. In quell’occasione, l’area che si presentava in alcuni punti priva di recinzione e quindi di facile accesso a chiunque volesse sversare rifiuti, all’interno presentava pneumatici, rifiuti edili di risulta, rifiuti ingombranti quali frigoriferi, lavatrici, reti metalliche da letto, pezzi di cucine, materassi e altro materiale. La discarica era il prodotto di un accumulo continuo di rifiuti sistemati vicino alla vegetazione lì esistente, così da renderla una vera e propria discarica incontrollata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here