Montecalvo: Resta in libertà solo l’ex sindaco Alfonso Caccese

0
23

Montecalvo – Il forte braccio della legge torna a farsi sentire per 3 dei 4 imputati dell’operazione “Terremoto”, condotta dagli uomini del capitano D’Antona a Montecalvo Irpino. Il provvedimento restrittivo ha colpito nuovamente il consigliere comunale Goffredo Caccese, il geometra comunale Gaetano Parzanese e il geometra Antonio Durzino, tutti agli arresti domiciliari. Il quarto imputato, l’ex sindaco Alfonso Caccese, invece, è stato rimesso in stato di libertà. I capi di imputazione sono gli stessi che portarono al primo provvedimento restrittivo di poco meno di un mese fa: i quattro furono accusati di essersi appropriati indebitamente di una somma di circa un milione e trecentomila euro. La tecnica era la seguente: con l’aiuto di proprietari di immobili compiacenti, gli indagati falsificavano le pratiche per la ricostruzione di immobili privati danneggiati dal terremoto facendo ottenere finanziamenti non dovuti, che in seguito venivano poi divisi. Un vizio di forma aveva consentito il loro rilascio ma la Procura ha insistito, richiedendo e riottenendo la misura cautelare nei confronti di 3 dei 4 imputati. Goffredo Caccese, Antonio Durzino e Gaetano Parzanese dovranno ora scontare la pena agli arresti domiciliari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here