Mondo crypto: ecco le monete digitali da tenere d’occhio per il 2023

0
521

Ormai da diverso tempo le criptovalute si trovano al centro dell’attenzione di moltissimi trader ed investitori. Nonostante il lungo periodo di difficoltà che è iniziato alla fine del 2021 e che si è protratto fino alla scorsa estate, il mondo crypto riesce sempre a conquistare la ribalta. In questo momento il mercato delle monete digitali sembra aver ritrovato una buona stabilità: il Bitcoin, per esempio, ormai da diversi giorni si muove all’interno di un ristretto range di prezzo.

È importante osservare il grafico della regina del mondo crypto, perché da sola è in grado di trainare l’intero settore e quindi rappresenta un buon indicatore del suo stato di salute. Tuttavia, è opportuno tenere d’occhio anche altri progetti, sia tra i grandi nomi che tra le monete digitali emergenti. Considerando anche il momento storico che stiamo attraversando e le sempre più consistenti ipotesi di regolamentazione, cerchiamo di capire quali sono i possibili sviluppi per il 2023.

Come avvicinarsi al mondo crypto

 

Il mercato criptovalutario è davvero particolare: è molo volatile ed essendo relativamente molto giovane a volte è anche misterioso. Inoltre, pur essendo in linea teorica staccato dai meccanismi della finanza tradizionale, nel recente passato ha mostrato una strana correlazione con il mercato azionario. È evidente che per riuscire a muoversi con successo in questo campo non si possa fare a meno di un’ottima preparazione e di un costante aggiornamento.

A questo proposito, per acquisire tutte le informazioni necessarie per iniziare ad operare all’interno dei mercati criptovalutari, può essere utile visitare portali specializzati come, per esempio, criptovalute.io, punto di riferimento per tutti quelli che intendono investire nelle monete digitali. Sulle sue pagine si possono trovare le quotazioni in tempo reale delle varie criptovalute, ma anche gli approfondimenti sui vari progetti, le guide su come comprare i token e le news del blog. Il lungo inverno delle criptovalute sembra essere finito: il 2023 sarà l’anno della riscossa?

Situazione attuale del mercato criptovalutario e possibili sviluppi

 

Fare delle previsioni sul mondo crypto è davvero complicato, soprattutto in un momento delicato come quello che stiamo vivendo. Anche l’inflazione ed i conseguenti interventi delle banche centrali possono influenzare l’andamento delle valute digitali. Inoltre, nonostante tanti mesi di appannamento, le monete digitali sono sempre più accettate come strumento di pagamento ed i governi stanno finalmente pensando ad interventi concreti per la loro regolamentazione.

Da questo punto di vista sono già state varate le regole MiCA: ancora siamo allo stato embrionale, ma qualcosa si muove. Nel corso dell’ultimo anno è stato registrato anche un lento ma comunque progressivo avvicinamento delle banche verso il mondo crypto e verso gli asset digitali in generale. Sono tutti aspetti che, uniti alla stabilizzazione delle quotazioni, fanno ben sperare gli esperti e gli analisti, che a dire il vero sono sempre stati abbastanza ottimisti sulla ripresa delle valute digitali.

Le monete digitali più interessanti del 2023

 

Chi decide di investire sul mondo crypto dovrebbe ricordarsi di diversificare il suo portafoglio: per quanto le previsioni possano essere positive (anche se non si può dire quando avverrà la ripresa e a quanto ammonterà), si tratta sempre di un investimento che comporta rischi importanti. Quindi chi sceglie di puntare su criptovalute emergenti dovrebbe riservare una quota del suo portafoglio ad altri token o altre tipologie di asset più stabili.

Per quanto riguarda il 2023, occhio ai big del settore come Bitcoin, Ethereum e Solana, ma attenzione anche ai nuovi progetti con alto potenziale. Tra questi è possibile citare Dash 2 Trade, IMPT (già definita come la crypto ecologica), Calvaria, Tamadoge, Battle Infinity, Basic Attention Token e Lucky Block. Non sono esattamente dei progetti emergenti, ma meritano di essere monitorati anche l’XRP ed il Cardano.