Medico positivo, il Comune di Mercogliano “invita” l’Asl a fare i tamponi sulla famiglia

Medico positivo, il Comune di Mercogliano “invita” l’Asl a fare i tamponi sulla famiglia

11 Marzo 2020

Alpi – Nonostante un clima tutto sommato sereno, a Mercogliano comunque si vivono in questi momenti ore di apprensione. Al medico positivo al virus, arrivano tanti messaggi di solidarietà dai concittadini e, ovviamente, anche da parte dell’amministrazione comunale. Come si sa, si trova in autoisolamento a casa dal 3 marzo. Un’abitazione che è stata “divisa” secondo le norme previste, visto che l’infettivologo ha moglie e due figlie, asintomatiche ma in sorveglianza fiduciaria.

A loro non è stato effettuato il tampone, almeno per il momento, nonostante l’invito dell’amministrazione, rivolto all’Asl, a farlo. C’è, infatti, un po’ di preoccupazione, poiché una delle figlie del medico positivo, avrebbe partecipato ad una festa nella quale c’erano all’incirca 30 persone. Ieri il sindaco D’Alessio e l’assessore alle Politiche Sanitarie, Annachiara Coppola, sono andati in Prefettura proprio per comunicare questo aspetto di non poco conto. L’invito ad effettuare i tamponi ai congiunti del medico di Mercogliano è stato lanciato anche oggi.

Si è in attesa anche dell’esito del tampone inviato al Cotugno di Napoli effettuato ad un uomo di Serino transitato alla clinica Montevergine ieri mattina. Nell’attesa, i circa 15 medici ed infermieri che hanno avuto contatti con lui sono ancora in isolamento al Pronto Soccorso della struttura.