Marcinelle, Vassiliadis (Ugl): “Lavoro e salute, percorso ancora in salita. Grande sensibilità dalla Prefettura di Avellino”

0
565

“Il diritto al lavoro e le tutele ad esso collegate, a partire proprio dalla salute di ogni singolo lavoratore, sono valori e punti cardini della nostra Costituzione da tutelare sempre. Mai abbassare la guardia su un tema così importante. Mai dimenticare il sacrificio di tanti nostri connazionali all’estero come il disastro di Marcinelle, una ferita ancora aperta per tutte quelle famiglie che, in quella terribile circostanza, persero un loro caro. Partire da quel momento storico è importante proprio perché sul tema della sicurezza nei luoghi di lavoro c’è ancora tanta strada da dover percorrere. Le pagine di cronaca, purtroppo, continuano a raccontare di morti o feriti gravi, che sia in un cantiere o una fabbrica, tutto questo, è inaccettabile. Si continui a lavorare sul tema della sicurezza e sulla prevenzione”.

Così Costantinos Vassiliadis, segretario provinciale dell’Ugl Avellino ricordando il disastro di Marcinelle, in Belgio, avvenuto l’8 agosto del 1956. Durante l’incendio in quella miniera, causato dalla combustione d’olio ad alta pressione innescata da una scintilla elettrica, persero la vita 262 persone di cui 136 immigrati italiani.

“Grande sensibilità su questo tema è stata mostrata dalla Prefettura di Avellino che – conclude – ha ricordato la Giornata al Sacrificio del Lavoro Italiano nel Mondo”.