Lupi a caccia di Kalambay, Gori e Cardinale

0
4

Ancora un summit di mercato per decidere le strategie. Un nuovo incontro per definire gli accorgimenti da apportare all’Avellino che verrà. Poche pedine per rendere il lupo perfetto. Gli irpini insistono per Patrick Kalambay jolly di centrocampo in forza alla Triestina, ma di proprietà del Milan. L’operazione è fattibile, anche in virtù degli ottimi rapporti tra la società irpina ed il sodalizio rossonero. Per lasciare partire l’ex calciatore dell’Ancona il tecnico dei friulani Agostinelli avrebbe chiesto l’esterno Tufano. Il club friulano vorrebbe ottenere il calciatore napoletano con la formula della comproprietà. Il calciatore continua ad essere anche nel mirino di Verona e Grosseto. Sempre viva anche la pista che porta a Marco Gori dell’Albinoleffe. Il calciatore classe 79’ non riesce a trovare spazio nello scacchiere di Mondonico e dopo quattro stagioni in Lombardia potrebbe tentare una nuova avventura al Sud, dopo l’esperienza di sette anni fa alla Battipagliese(20 presenze nel girone B della C1). Con i serani ha collezionato 126 presenze e messo a segno 8 reti. Di tono minore l’interessamento per l’esperto Gianluca Di Giulio. Sul 34enne calciatore che da tempo non rientra più nei piani del Verona, si sono catapultate anche Ternana, Ancona e Gallipoli. A metà della prossima settimana Maglione incontrerà nuovamente il diesse del Verona Cannella per trattare l’estroso Cutolo. Per assicurarsi le prestazioni del forte calciatore scuola Benevento, la società biancoverde dovrà battere la concorrenza di Perugia e Salernitana. Al posto di Cecere, sarà tesserato l’estremo difensore ex Viterbese Cavaliere. TORNA IL TORMENTONE CARDINALE
Ormai è un tormentone che rispunta fuori ogni qualvolta riapre il mercato: Alfredo Cardinale è nuovamente nel mirino dell’Avellino. Il capitano del Crotone, oggetto del desiderio dei lupi dal 2003 potrebbe essere uno dei rinforzi per il centrocampo. Il mediano ufitano, in scadenza di contratto con la formazione calabrese è stato contattato personalmente dal presidente Marco Pugliese a metà dicembre. Per lui si tratterebbe di un ritorno. Infatti, il 30enne atleta ha vestito la casacca dei lupi nella stagione 97/98. La volontà del calciatore è quella di avvicinarsi a casa, ma molto dipenderà dai rossoblu che già la scorsa estate avevano opposto resistenza. Per facilitare l’operazione il diesse biancoverde Maglione ha messo sul piatto della bilancia l’estremo difensore Domenico Cecere. Che comunque continua ad interessare anche al Verona. Nei prossimi giorni i dirigenti calabresi dovrebbero incontrare quelli irpini, con l’auspicio che questa sia la volta buona.
LE ALTRE OPERAZIONI IN USCITA
Il terzino Diliso piace sempre a Luciani caduta la pista Verona, potrebbe finire nel girone A alla Pistoiese. Difficile un suo trasferimento al Benevento, nonostante la presenza del tecnico Simonelli suo grande estimatore. Ulivi è conteso da Reggiana, Pisa e Cavese. Continua la corsa a quattro tra Nocerina, Benevento, Giugliano e Catanzaro per Sirignano. Il Grosseto insiste per Ascenzi, ma l’Avellino non ha alcuna intenzione di cedere il calciatore, che seppur scarsamente utilizzato in questa prima parte della stagione è ritenuto molto importante dal tecnico Galderisi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here