L’Udc si ‘ripensa’ con Baccini e Pionati: ‘Il partito della gente’

0
2

Avellino – Potenziare il dialogo e l’organizzazione tra i partiti della Cdl e proporre un’alternativa concreta al governo di centrosinistra, sia locale che regionale. L’Udc si prepara così alle future sfide elettorali e ribadisce quelle che sono le linee per il rilancio nella Conferenza programmatica che ha avuto luogo ieri presso l’Hotel De La Ville. Dirigenza irpina al completo, non mancavano gli esponenti provinciali e comunali dello scudo crociato: al tavolo Mario Canonico, Gennaro Romei, Ciro Aquino, presidente Giovani Udc, ancora De Vita, D’Amelio e Pratola.
Ospiti d’onore: il senatore irpino Francesco Pionati e il vice presidente del Senato, On. Mario Baccini. Che, insieme, hanno ribadito la necessità di “avviare un processo nuovo in Irpinia e in Campania contro l’asse De Mita/Bassolino”. “Una rivincita contro i partiti del centrosinistra che deve partire soprattutto da Avellino”, ha poi sottolineato il segretario provinciale, Angelo D’Amelio. “Siamo – prosegue D’Amelio – ancora qua nel centrodestra, sostenendo gli ideali di sempre per una politica diversa”. Insomma, dopo la fase discussa e tormentata del post-elezioni ora il partito di Casini vuole guardare avanti anche in terra irpina.
E si riorganizza superando la logica della sezione con la suddivisione del coordinamento provinciale in 9 aree. Un asset locale a cui il responsabile nazionale Comunicazione e Politiche Rai intende dare man forte con il nuovo Progetto Campania che sarà presentato in occasione del congresso provinciale di marzo 2007. Un modo per dimostrare la particolare vocazione per il territorio che secondo l’on. Baccini rappresenta una delle principali doti dell’Udc, ‘il partito della gente’. “Quello che ci distingue – ha sottolineato il vice presidente del Senato – è la qualità della vita e i valori che perseguiamo”. Infine l’appello: “Non aiutiamo chi lavora contro i nostri figli”.
Mentre al ‘senatore del territorio’ dello scudo crociato, Pionati, non sfuggono gli affondi: “Vogliamo far discutere la gente e dimostrare che siamo credibili rispetto a un centrosinistra che sta sprofondando”. Sul palco, oltre agli interventi di rito, anche i saluti degli altri esponenti della coalizione di centrodestra, come quello del coordinatore provinciale di Forza Italia, Antonio Di Mizio, che, ricordando l’appuntamento azzurro di dicembre con la conferenza programmatica di Forza Italia, ha condiviso la linea dell’unità nella Cdl: “Anche noi perseguiamo questo orientamento. Perché insieme possiamo farcela”. (di Antonietta Miceli)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here