FOTO/ Delirio Avellino: Comi gela lo Spezia e regala il Bologna ai lupi. Rivivi il live

0
27
Spezia Avellino

15’+1′ sts – E’ finita! E’ finita! Avellino in semifinale dove affronterà il Bologna! Decisiva la rete di Comi nel primo tempo supplementare!

9′ sts – Spezia tutto proiettato in avanti ma la difesa dell’Avellino tiene botta e cerca di far ripartire i centrocampisti

3′ sts – Ely si immola sulla conclusione in piena area a botta sicura di Brezovec. Provvidenziale la scivolata a corpo morto del difensore biancoverde che salva tutto!

1′ sts – E’ iniziato l’ultimo quarto d’ora di match. Bjelica inserisce De Las Cuevas per Kvrzic.

15’+2′ pts – In archivio il primo mini tempo con l’Avellino di nuovo avanti. Un altro quarto d’ora di resistenza per la truppa di Rastelli!

7′ pts – Comi!!!!!!! Avellino di nuovo in vantaggio! Punizione dalla sinistra di Visconti, respinta della difesa sulla quale si avventa Comi che col destro castiga Chichizola!

2′ pts – Mokulu fgge via sulla destra, punta il lato destro dell’area, calcia al centro ma il tirocross termina sul fondo.

1′ pts – Al via l’extratime. L’Avellino deve assolutamente trovare la via della rete.

45’+5′ – Giannetti spedisce di poco a lato di testa sul cross di Situm. E’ l’ultima occasione del match. Tempi regolamentari sull’1-1: la quarta semifinalista dei play-off di Serie B si deciderà nell’appendice dei supplementari.

45′ st – L’arbitro comanda cinque minuti di recupero.

44′ st – Comi! L’attaccante scuola Toro prova la zuccata all’altezza del secondo palo ma l’impatto non è pulito e si perde di poco a lato.

39′ st – Frattali si riprende la scena su un tiro dalla distanza di Brezovec: il destro del croato viene disinnescato dall’estremo difensore dei lupi con una respinta sulla propria destra.

36′ st – L’Avellino cerca di venire fuori con tutte le forze che ha dalla morsa spezzina. Lo spettro dei supplementari si fa sempre più strada.

30′ st – Lo stadio adesso è una bolgia. Per lo Spezia entra Valentini al posto di Piccolo in difesa. Ancora un quarto d’ora per l’Avellino per espugnare il Picco, altrimenti si andrebbe ai supplementari.

26′ st – Pareggio dello Spezia: azione confusa in area con un penalty non concesso per atterramento di Catellani, la palla schizza sui piedi di Brezovec che a rimorchio fulmina Frattali.

24′ st – Clamorosa occasione per il raddoppio da parte di Zito che si accentra al limite e fa partire un sinistro morbido che sfiora l’incrocio lontano.

20′ st – Ancora strepitoso Frattali! Il portiere biancoverde si oppone deviando alla sua sinistra una saetta dai 22 metri di Migliore.

19′ st – Seconda sostituzione nell’Avellino: Comi entra al posto di Trotta anche questa sera un po’ in ombra.

18′ st – Miracolo di Frattali su sul colpo di testa ad incrociare di Giannetti che ha impattato il cross dalla destra di Kvrzic.

14′ st – Lo Spezia ragiona a centrocampo ma non riesce a trovare spazi nella retroguardia biancoverde. D’Angelo rileva Sbaffo per assicurare maggiore quantità in mediana.

5′ st – Opportunità per i lupi con Mokulu che va via sulla destra, il servizio in mezzo per Trotta la cui girata a rete viene contrata, la palla finisce a Zito che calcia a botta sicura non lontano dal palo lontano. L’Avellino non pensa soltanto a difendersi, anzi si propone appena ne ha l’occasione.

3′ st – Giannetti si fa ancora una volta luce in area ma la sua conclusione dalla breve distanza viene rimpallata in angolo da un difensore.

1′ st – Riprende il match senza novità. Avellino con l’uomo in meno e con il 4-3-2. Rastelli infatti non rinuncia alla doppia punta per non abbassare troppo il baricentro.

45’+2′ – Finisce un primo tempo al vetriolo nel finale con l’espulsione di Arini e la tentata aggressione ai dirigenti dell’Avellino da parte di alcuni tifosi spezzini in tribuna. I lupi però chiudono in vantaggiola prima frazione grazie all’incornata di Zito. Buone notizie dal settore ospiti: rilasciati dalle forze dell’ordine i tre tifosi tratti in arresto durante il primo tempo.

41′ – Rosso per Arini che rimedia il secondo cartellino giallo per un fallo a centrocampo.

40′ – GOOOOLLLLLLLLLLLLLLLL Avellino in vantaggio con Zito che spedisce di testa in fondo al sacco su un cross di Almici. Esplode la gioia dei calciatori in campo e dei dirigenti in tribuna aggrediti da alcuni tifosi.

39′ – Replica biancoverde con Sbaffo che dal limite sibila il palo alla destra di Chichizola con la deviazione di un difensore.

37′ – Incredibile chance per lo Spezia: crossa dalla destra di Milos, buco in mezzo per l’Avellino, Giannetti si aggiusta il pallone e tutto solo spara su Frattali, abile nel riflesso ravvicinato.

36′ – Ammonito anche Arini per aver sgambettato uno scatenato Catellani.

32′ – Zito tenta l’eurogol dai 25 metri dopo un colpo di testa di Arini: il mancino di collo pieno dell’ex Ternana fa la barba al palo alla destra del portiere.

31′ – Mokulu simula un contatto sulla trequarti. Gavillucci lo redarguisce mentre dalla Curva Ferrovia piovono”buu” razzisti. Spiacevole episodio in un clima di assoluta correttezza.

29′ – Non ce la fa a proseguire Nenè rimasto contuso nel precedene contrasto sotto porta con Pisacane. Lo sostituisce Giannetti.

26′ – Sarebbero addirittura tre i tifosi tratti in arresto nella Curva Piscina dove sono assiepati i mille supporters biancoverdi.

25′ – Kvrzic innescato a destra mette in mezzo un cross rasoterra per Nenè che buca l’intervento sottomisura contrastato da Pisacane.

22′ – Spunto di Visconti all’altezza della trequarti sinistra: il dribbling su un avversario e la convergenza sul sinistro, poi la stilettata neutralizzata in due tempi da Chichizola.

18′ – Bagarre nel settore occupato dai tifosi biancoverdi. Secondo le notizie che trapelano, un supporter irpino sarebbe stato fermato dalle forze dell’ordine.

11′ – Pericolo Spezia: spizzata di Nenè su un lancio lungo, Kvrzic raccoglie ai 20 metri e calcia verso la porta, il tiro viene sporcato da Ely con palla che si impenna e termina alta di poco con Frattali che rischia di essere sorpreso.

9′ – Il primo giallo del match se lo becca Moussa Kone per un fallo su Catellani, autentico spauracchio dei lupi i questi primi minuti.

5′ – L’Avellino tiene bene il campo nei primi minuti. Lo Spezia cerca molto Catellani per vie centrali sulla trequarti dove Rastelli gli ha preparato una gabbia con Arini a braccarlo.

0′ – C’è anche il direttore sportivo del Cesena Rino Foschi in Tribuna d’Onore al “Picco”.

0′ – Clima incandescente per Spezia-Avellino. Oltre ai tantissimi tifosi, sugli spalti però anche numerosi operatori di mercato come l’agente di Alessandro Sbaffo Silvio Pagliari, scortato da Michelangelo Minieri, accanto al direttore sportivo dell’Avellino Enzo De Vito

Dallo stadio “Alberto Picco”  – L’inviato Claudio De Vito

C’è il clima delle grandi occasioni a La Spezia dove l’Avellino sfida i locali allenati da Nenad Bjelica per un posto nella semifinale con il Bologna. Massimo Rastelli si gioca il tutto per tutto nel dentro o fuori del “Picco” con il 4-3-1-2. Il tecnico biancoverde deve incassare all’ultimo momento il forfait del suo bomber principe Luigi Castaldo, messo ko dall’ematoma alla pianta del piede destro. L’attaccante di Giugliano non va nemmeno in panchina: in prima linea spazio alla coppia formata da Marcello Trotta, chiamato a fare le veci di Castaldo, e Benjamin Mokulu, già sperimentata con scarsi risultati contro la Virtus Entella. Tutto confermato o quasi rispetto alle scelte annunciate in difesa e a centrocampo. Fabio Pisacane e Rodrigo Ely guidano la retroguardia centralmente con Alberto Almici e Pietro Visconti sulle corsie esterne. Sulla linea dei mediani Angelo D’Angelo cede il posto a Moussa Kone, Mariano Arini e Antonio Zito.

Spezia in formazione tipo col 4-2-3-1. Milos vince il ballottaggio con De Col sulla fascia destra difensiva, mentre in avanti Nenè la spunta su Giannetti. Centrocampo di qualità con Brezovec e Juande mediani davanti alla difesa e il trio Kvrzic-Catellani-Situm a supporto del terminale offensivo.

Spezia (4-2-3-1): Chichizola; Milos, Piccolo (30′ st Valentini), Bianchetti, Migliore; Brezovec, Juande; Kvrzic (1′ sts De Las Cuevas), Catellani, Situm; Nenè (29′ pt Giannetti).

A disp.: Nocchi, De Col, Acampora, Stevanovic, Gagliardini, Canadjija

All.: Nenad Bjelica.

 

Avellino (4-3-1-2): Frattali; Almici, Ely, Pisacane, Visconti; Kone, Arini, Zito; Sbaffo (14′ st D’Angelo; 1′ pts Schiavon); Trotta (19′ st Comi), Mokulu.

A disp.: Gomis, Fabbro, D’Angelo, Regoli, Vergara, Schiavon, Bittante, Angeli.

All.: Massimo Rastelli.

 

Arbitro: Claudio Gavillucci della sezione di Latina.

Guardalinee: Giovanni Colella della sezione di Padova e Alessandro Lo Cicero della sezione di Brescia.

Addizionali: Aleandro Di Paolo della sezione di Avezzano e Luigi Nasca della sezione di Bari.

Reti: 40′ Zito (A); 26′ st Brezovec (S), 7′ pts Comi (A)

Note: espulso al 41′ pt Arini per somma di ammonizioni; ammoniti al 9′ pt Kone (A), al 20′ pt Brezovec (S), al 33′ pt Mokulu (A), al 6′ st Sbaffo (A), al 41′ st D’Angelo (A), al 4′ sts Zito (A), al 10′ sts Pisacane (A); recupero 2′ pt, 5′ st, 1′ pts; angoli 9-2.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here