Il cuore di D’Angelo non basta: Trapani è di nuovo stregata per l’Avellino. Rivivi il live

Il cuore di D’Angelo non basta: Trapani è di nuovo stregata per l’Avellino. Rivivi il live

5 Dicembre 2015

L’Avellino di scena in Sicilia per rialzarsi dopo il doppio scivolone contro Pescara e Perugia: la partita dei lupi live su Irpinianews con la diretta testuale dallo stadio Provinciale.

SECONDO TEMPO

45’+3′ – Triplice fischio al Provinciale. L’Avellino incassa la terza sconfitta di fila contro il Trapani. I lupi galleggiano ad un passo dalla zona play-out: a nulla è servito il colpo di testa di D’Angelo nella ripresa.

45′ – Ultimo cambia tra le fila dei padroni di casa che inseriscono Terlizzi al posto di Citro. Tre minuti di recupero intanto.

42′ – Nel Trapani esce Scozzarella tra gli applausi a scena aperta ed entra Cavagna.

41′ – L’Avellino non riesce più a rialzarsi dopo il nuovo svantaggio. Il Trapani controlla la partita facendo girare bene il pallone.

36′ – Cartellino giallo anche per Jidayi, ammonito per un fallo a metà campo su Coronado.

34′ – Il Trapani rischia di dilagare: Raffaello colpisce la traversa con un piazzato di piatto destro dal limite dopo una respinta della difesa.

30′ – Trapani di nuovo in vantaggio con Citro. L’attaccante granata raccoglie una respinta di Frattali sul tiro ravvicinato di Nadarevic e riporta i suoi avanti. 2-1 Trapani.

29′ – Coronado ubriaca ancora una volta di finte Nitriansky, il destro a giro sibila il palo lungo complice una deviazione di Frattali.

28′ – Avellino col 4-4-1 in cui Castaldo agisce da unica punta.

26′ – Terzo cambio per i lupi: entra D’Attilio al posto di Trotta. Tesser rimpolpa la mediana.

24′ – D’ANGELO! Avellino che perviene al pari! Piazzato pennellato da Giron dalla sinistra per la zuccata del capitano biancoverde che infila Nicolas. Perfetto il suo tempismo sulla traiettoria disegnata dal francese! 1-1 al Provinciale!

22′ – Giron prova a scuotere l’Avellino con un siluro dai trenta metri sbilenco che termina la sua corsa in curva. Timidi segnali di risveglio da parte degli uomini di Tesser.

18′ – CASTALDO! Squillo dell’Avellino che su un pallone sporco in area va vicino al pari con Castaldo che di testa non riesce a correggere in rete da pochi passi.

17′ – Soumarè rimpiazza un Gavazzi impalpabile. Secondo cambio per i lupi.

13′ – Nel Trapani entra Nadarevic per Montalto. Per l’Avellino è invece pronto Soumarè che entrerà a breve.

12′ – Il Trapani giostra il gioco a suo piacimento contro un Avellino spaccato a metà per via dello scarso sostegno degli attaccanti alla fase di contenimento.

10′ – Lupi ancora non pervenuti in questa ripresa. Si riscaldano intanto Tavano, Insigne e Soumarè.

4′ – L’Avellino cerca di alzare il baricentro nonostante l’inferiorità numerica. Tesser non ha rinunciato ai due attaccanti nonostante l’uomo in meno.

3′ – Trapani pericoloso: Coronado gode di libertà a sinistra, punta Nitriansky, palla sul destro che però finisce alto.

1′ – Ripresa al via: entra Giron al posto di Zito. Il francese prende posto sulla fascia mancina del 4-3-2.

0′ – E’ pronto a fare il suo ingresso in campo Giron. Tesser ha bisogno di riequilibrare il suo scacchiere dopo l’espulsione di Petricciuolo.

PRIMO TEMPO

45’+1′ – Termina il primo tempo con l’Avellino in svantaggio ed in inferiorità numerica per l’espulsione di Petricciuolo. Frattali neutralizza il penalty di Montalto ma tradisce i suoi propiziando l’acuto di Coronado nel finale di tempo. Nel secondo tempo servirà un’impresa da parte della formazione di Tesser.

45′ – Un minuto di recupero. Lupi col 4-3-2 con Zito sulla linea dei difensori.

41′ – Avellino letteralmente in bambola con clamorosi svarioni individuali in difesa. Frattali, pochi minuti fa eroe, ha affossato i biancoverdi con il rinvio errato.

40′ – Trapani in vantaggio con Coronado. Frattali calcia su Citro il rinvio, il Messi di Fisciano si invola sul fondo e tocca morbido al centro per il brasiliano che a porta vuota insacca. 1-0 Trapani.

38′ – Cartellino giallo anche per Zito ma l’Avellino ora è in dieci per il rosso a Petricciuolo. Si riscalda Giron.

37′ – Ammonito Scozzarella.

36′ – FRATTALI PARA IL RIGORE! Guizzo felino dell’estremo difensore dei lupi che ipnotizza Montalto: prima il riflesso alla sua sinistra, poi con il pugno ad allontanare la sfera avvelenata.

34′ – Calcio di rigore per il Trapani per un fallo di Petricciuolo di Montalto: espulso il difensore biancoverde che rimedia il secondo giallo.

31′ – Ancora un brivido regalato al Trapani da Nicolas che porta palla e viene pressato da Trotta: per l’arbitro è carica del bomber biancoverde.

28′ – Dopo circa mezz’ora di pressing sfrenato, Castaldo sembra essere già esausto.

26′ – Coronado imprendibile nonostante i raddoppi. Il brasiliano si defila spesso sulla sinistra puntando l’uomo. Area biancoverde sotto assedio.

25′ – L’Avellino è troppo schiacciato a ridosso della propria area con il Trapani che fa il bello e cattivo tempo principalmente sulle fasce.

23′ – FRATTALI! Miracolo del portiere biancoverde sul tocco ravvicinato di Citro, riflesso fenomenale per lui ad alzare il pallone sopra la traversa.

20′ – Punizione dalla destra di Scozzarella calibrata per l’inserimento di testa di Perticone che non inquadra lo specchio della porta.

16′ – Altro errore dell difesa biancoverde che regala una ghiotta chance a Scognamiglio, il cross di Coronado dalla sinistra, la linea difensiva ospite si alza male ed il difensore ex Perugia con una zampata colpisce mandando alto.

14′ – Citro addomestica la sfera al limite e gira in porta col sinistro potente, Frattali c’è e blocca a terra.

13′ – Nicolas sbaglia il rinvio consegnando palla a Castaldo al limite, il dies dei lupi alza la testa e serve Trotta che però è in fuorigioco.

11′ – L’Avellino ci prova con un colpo di testa velleitario di Trotta che manda ampiamente a lato su cross di Nitriansky. Incoraggiante l’avvio del ceco. Cosmi intanto indemoniato in panchina: ce l’ha con i suoi difensori che non rinviano a dovere sulle situazioni pericolose in area.

7′ – Il Trapani gestisce il gioco con Scozzarella piuttosto libero di costruire l’azione.

5′ – Ammonito Petricciuolo per una gomitata a Montalto a centrocampo.

4′ – Clamoroso svarione collettivo della difesa biancoverde: lungo lancio dalle retrovie per Montalto a scavalcare la difesa, Jidayi tagliato fuori, l’attaccante granata entra in area complice l’indecisione nell’uscita di Frattali ma spedisce incredibilmente a lato.

3′ – Avvio di personalità da parte dell’Avellino con Castaldo molto mobile e che prima della partita ha letteralmente trascinato la squadra al saluto sotto la curva biancoverde.

1′ – INIZIA IL MATCH! Avellino confermato con il 5-3-2 con Petricciuolo centrale e Nitriansky largo a destra; Trapani col 4-3-1-2.

0′ – Arrivano conferme del 5-3-2 adottato da Attilio Tesser. In piena emergenza Tesser dunque abbandona il rombo.

tifosi-trapani-avellino0′ – Eccoli gli ultrà biaconcoverdi con lo striscione “Avellino” appeso sulla rete che delimita il settore ospiti.

0′ – L’ufficio stampa del Trapani è già in grado di comunicarci qui in postazione il dato relativo agli spettatori. Sono 4.556 per un incasso di 34.433,65 euro (2.659 abbonati per una quota di 21.380,50 euro; quota biglietti 13.053 euro).

0′ – A mezz’ora dal fischio d’inizio, sono poco meno di una cinquantina i tifosi biancoverdi che hanno preso posto nella tribunetta adibita a settore ospiti. Ne sono attesi oltre un centinaio.

0′ – Il manto erboso in sintetico del Provinciale è stato abbondantemente innaffiato fino all’ingresso delle squadre per il riscaldamento. Temperatura quasi primaverile ad Erice dove sono attesi 5.000 spettatori circa.

0′ – La scelta degli uomini da parte di Tesser lascia comunque qualche dubbio rispetto alla variante tattica di un 5-3-2 con Nitriansky centrale di destra e Zito largo a sinistra.

Dallo stadio Provinciale, l’inviato Claudio De Vito – C’è l’osso duro Trapani sulla strada del riscatto dell’Avellino atteso da un segnale di vita nell’agonia causata dal doppio ko in sequenza con Pescara e Perugia. Missione complicata per i biancoverdi che devono fare i conti con sei assenze, cinque delle quali in difesa dove Tesser non riesce ad avere Rea (in tribuna) ancora alle prese con problemi fisici, oltre ai quattro assenti già annunciati: Nica, Visconti, Ligi e Biraschi. Spazio allora al 4-3-1-2 col Jidayi-bis in difesa. Il mediano ex Juve Stabia è confermato accanto a Chiosa nelle retrovie. Sugli esterni giocano sia Petricciuolo che Nitriansky, quest’ultimo rilanciato addirittura a sinistra dove Tesser non si fida di Giron nella linea a quattro. In mediana trio inedito con Gavazzi, D’Angelo e Zito che ritrova la titolarità dopo due mesi. Tra le linee, spazio a Bastien alle spalle di Trotta che può finalmente beneficiare del talento cristallino di Castaldo.

Trapani a specchio come nelle attese. Cosmi rispolvera il rombo sacrificando in difesa Pagliarulo. Tandem offensivo affidato ancora a Citro e Montalto con Coronado a supporto. Ancora panchina per Nadarevic, giustiziere un anno fa dei lupi insieme ad Abate, autore di una tripletta. In panchina si rivede Torregrossa.

Trapani – Avellino 2-1

Trapani (4-3-1-2): Nicolas; Fazio, Perticone, Scognamiglio, Rizzato; Eramo, Scozzarella (42′ st Cavagna), Raffaello; Coronado; Citro (45′ st Terlizzi), Montalto (13′ st Nadarevic).

A disp.: Fulignati, Pagliarulo, Torregrossa, Sparacello, Pastore, Accardi.

All.: Serse Cosmi.

Avellino (5-3-2): Frattali; Nitriansky, Petricciuolo, Jidayi, Chiosa, Zito (1′ st Giron); D’Angelo, Bastien, Gavazzi (17′ st Soumarè); Castaldo, Trotta (26′ st D’Attilio).

A disp.: Bianco, Offredi, Tavano, Mokulu, Insigne, Napol.

All.: Attilio Tesser.

Arbitro: Riccardo Pinzani della sezione di Empoli.

Guardalinee: Alessio Tolfo della sezione di Pordenone e Emanuele Prenna della sezione di Molfetta.

Reti: 40′ pt Coronado (T), 24′ st D’Angelo (A), 30′ st Citro (T).

Note: Frattali para un calcio di rigore a Montalto al 36′ pt; espulso al 34′ pt Petricciuolo (A) per somma di ammonizioni, ammoniti al 37′ pt Scozzarella (T) per comportamento non regolamentare, al 38′ pt Zito (A) per gioco scorretto, al 36′ st Jidayi (A) per gioco scorretto; angoli 7-1; recuperi 1′ pt e 3′ st; presenti 4.556 spettatori per un incasso di 34.433,65 euro (2.659 abbonati per una quota di 21.380,50 euro; quota biglietti 13.053 euro).


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.